100% Animalisti "salvano" la colonia felina di Roncajette: lasciati buchi nei muri per i gatti

Mercoledì 6 febbraio hanno preso il via i lavori per murare gli accessi alla vecchia cartiera abbandonata: gli operai hanno lasciato dei varchi per la colonia di mici presente

i varchi lasciati nei muri per consentire ai gatti di entrare e uscire dall'ex cartiera

Nuovo blitz da parte dell'associazione Centopercentoanimalisti, che nella notte tra martedì e mercoledì è intervenuta a Roncajette per proteggere una colonia felina.

Un rifugio per la colonia

A rendere nota l'azione è lo stesso comitato attraverso una nota stampa. Luogo dell'azione è lo stabile che accoglieva la cartiera di Roncajette, da tempo in stato di abbandono. I capannoni sono diventati il rifugio di molti animali, che specialmente durante l'inverno vi cercano riparo. Tra questi c'è una colonia felina regolarmente registrata (fa sapere l'associazione) di cui si occupano diverse persone che vivono nelle vicinanze, formata da diversi gatti molti dei quali anziani, alcuni addirittura ciechi.

Colonia-Gatti-Roncaiette-animalisti-2

Lavori in corso

Con l'arrivo della stagione fredda la ex cartiera è diventata meta anche di molti senzatetto e sbandati, il che ha spinto la proprietà a far intervenire un'impresa edile per murare tutti gli accessi. Una lotta all'abusivismo sì, ma che secondo Centopercentoanimalisti ha un risvolto drammatico. La chiusura rischia infatti di bloccare all'interno gatti e altri animali: l'inizio dei lavori è previsto per mercoledì 6 febbraio e prima del via alle operazioni nessuno ha pensato a sgomberare l'area dagli animali.

Richieste precise

«Non è accettabile che gli animali vengano murati vivi e lasciati a morire di fame» commentano «Vogliamo la garanzia che ogni animale sia stato evacuato, oppure vengano lasciate delle vie di fuga per eventuali gatti rimasti all'interno: la legge vigente lo impone, quindi architetto e impresa edile sono avvisati» è l'appello di Centopercentoanimalisti. I militanti la notte scorsa hanno affisso due manifesti sulla recinzione per lanciare un messaggio chiaro: «I responsabili rispettino i gatti, gli animali e la legge in vigore, in caso contrario si assumeranno tutte le responsabilità e le nostre determinate proteste».

Il lieto fine

E il tanto sperato lieto fine è arrivato: grazie anche all'intervento del sindaco gli edifici sono stati murati ma lasciando in ogni nuova parete un buco per consentire agli animali di entrare e uscire liberamente.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Blitz all'alba: smantellata la banda dei furti in ville e appartamenti, sette arresti

  • Cronaca

    Precipita nel negozio del cliente: gambe fratturate dopo il volo di quattro metri

  • Politica

    Lorenzoni e le polemiche sulla Prandina: «C'è chi cerca consenso immediato e chi ha una visione della città»

  • Cronaca

    Scenata all'ufficio postale, anziana litiga con la direttrice e vandalizza i computer

I più letti della settimana

  • Incidente stradale mortale a Rubano: in ospedale anche due feriti lievi

  • Ritira il "bolide" in concessionaria e si schianta in autostrada: auto completamente distrutta

  • Blitz all'alba: smantellata la banda dei furti in ville e appartamenti, sette arresti

  • Arcella horror: uomo accoltellato e un corpo carbonizzato, indagini in corso

  • Al top in Italia: è padovano uno dei migliori panifici artigianali secondo il Gambero Rosso

  • Turista scomparso alle Terme: ritrovato in serata dai carabinieri l'austriaco 61enne

Torna su
PadovaOggi è in caricamento