Inquinamento, in corso la verifica delle centraline di monitoraggio dell'aria

Da parte dell'Arpav: i controlli vengono effettuati ogni cinque anni per valutare se sia cambiato il sito in cui sono state collocate

Una delle centrakline di monitoraggio dell'aria dell'Arpav

Di routine. Ma decisamente importante: Arpav sta verificando in questi giorni i luoghi in cui sono ubicate le centraline di monitoraggio dell'aria per controllare se si tratta di aree effettivamente rilevanti per la misurazione dell'inquinamento.

Le centraline

Le centraline di monitoraggio dell’aria devono rappresentare con esattezza la situazione dell’inquinamento di una determinata area. Per questo la normativa (decreto legislativo 155/2010) richiede alle agenzie ambientali che vengano effettuati ogni cinque anni controlli per valutare se sia cambiato il sito in cui sono state collocate. A Padova, mentre la stazione dell’Arcella mantiene le sue caratteristiche di stazione di traffico urbano e determina i superamenti conteggiati dall’accordo Bacino Padano, Arpav sta verificando se la centralina di Mandria abbia ancora le caratteristiche di stazione di “fondo”urbano (luogo inserito nel contesto urbano ma sufficientemente distante da fonti di emissione quali ad esempio traffico, riscaldamento emissioni industriali) o se sia necessario individuare altre aree. Per questo si stanno svolgendo, con campionatori mobili, alcune campagne in altri siti ubicati sempre nel comune di Padova, una è in corso attualmente al Parco Iris.

Le indagini esplorative

Al termine delle indagini esplorative, si valuterà se inviare un dossier al Ministero dell’ambiente, per l’eventuale ratifica dello spostamento della centralina, avviando, contestualmente, la modifica dei testi di legge (DM 29 novembre 2012 e DM 13 Marzo 2013) che individuano la stazione della Mandria oltre che stazione appartenente al programma di valutazione nazionale anche come stazione speciale di riferimento per la valutazione di alcuni inquinanti specifici: idrocarburi policiclici aromatici, precursori dell’ozono, ioni e carbonio (organico ed elementare) determinati sul Pm2.5.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gravissimo incidente, esce di strada e si schianta nel fosso: muore un 56enne

  • «Bisogna mozzargli mani e piedi»: minacce via Facebook al sindaco di Cadoneghe

  • Si getta sui binari alla stazione di Padova: treni in tilt all'alba di lunedì

  • Scoperti due boss dello spaccio nella Bassa: i clienti per proteggerli finiscono denunciati

  • Infarto durante l'ora di lezione a scuola: grave una studentessa di 14 anni

  • Auto a fuoco mentre percorre la tangenziale: paura e traffico in corso Australia

Torna su
PadovaOggi è in caricamento