Badantato e l’assistenza domiciliare, i temi trattati al primo tavolo di discussione a Padova

Tavolo di discussione, giovedì 31 gennaio, su temi psico-.sociali, culturali, economici, tecnologici e occupazionali di un mestiere misconosciuto

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Si è tenuto a Padova nel pomeriggio di ieri il primo tavolo di discussione - “Badafiles - Think tank sul badantato e l’assistenza familiare” - su temi psico-sociali, culturali, economici, tecnologici e occupazionali relativamente alla figura professionale di assistente familiare domiciliare.

La situazione attuale

Il progressivo invecchiamento della popolazione, la carenza di risorse pubbliche da rivolgere alle prestazioni domiciliari, la bassa ricettività delle residenze sanitarie assistenziali, la presenza di un “esercito” stimato in 1,5 milioni di assistenti familiari domiciliari (conosciuti anche come “badanti”) poco formati definiscono un quadro critico sotto i profili sociali, economici, assistenziali a cui è urgente fornire risposte efficaci ed economicamente sostenibili.

I temi trattati

Con questo obiettivo, l’istituto Psychometrics di Padova ha promosso il primo tavolo di discussione tra esponenti di varie realtà nazionali e locali oltre che alcuni stakeholders. Di seguito alcune tematiche affrontate nel corso dell’incontro:

  • Integrazione fra servizi pubblici e privati
  • Comprensione delle dinamiche di un fenomeno in continua evoluzione
  • Qualificazione professionale del badante
  • Certificazione di conoscenze, competenze, abilità
  • Modelli di badantato innovativi
  • Il ruolo delle tecnologie
  • Il burnout dei caregiver

I partecipanti

Il tavolo di lavoro ha visto la presenza di diversi rappresentanti del settore, che hanno mostrato grande interesse per l’argomento e hanno portato con loro testimonianze e idee da sviluppare e trasformare in progetti e collaborazione per la creazione di una rete sul territorio. Hanno preso parte al tavolo Egidio Robusto, Psicologo, professore Ordinario Università degli Studi di Padova, Sandra Miotto, Consigliera di Parità della Regione Veneto (in videoconferenza), Roberto Sartore, Presidente Confprofessioni Veneto, Paola Diana Onder, Coordinatore Centro Studi ANCL SU, Emanuele Alecci, Presidente CSV Centro Servizio Volontariato Provinciale di Padova, Paolo Pirozzi, Presidente Piccoli Passi Onlus, capofila del Gruppo Badaben, Alberto Cinetto, Direttore Gruppo Badaben, Bruno Perin, Vice Presidente Professione in Famiglia di Roma, Olga Ostapyuk, Operatore Socio Sanitario e Antonio Cataldo in rappresentanza della famiglia di un assistito.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento