Antonio Esposito, referente Caritas di Maserà e Bertipaglia: «Sostegno a chi ha più bisogno»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Riveviamo e pubblichiamo:

"La caritas di Maserà si sta attualizzando per riuscire al meglio in una delle sue principali funzioni, il sostegno a chi ha più bisogno. Con il passaggio di consegne da Bruna Quirito ad Antonio Esposito come referente a Maserà di Padova e Bertipaglia l'associazione dà spazio a nuove energie coadiuvate da chi in Caritas lavora da anni per alleviare i bisogni impellenti che non sempre una comunità da sola riesce ad alleviare.

Come intende farlo?

L'intenzione è quella di attuare con la collaborazione della parrocchia e di altri gruppi e associazioni dei progetti che, a detta di Antonio, sono di prima necessità. Il 1 aprile ci è stata la presentazione degli intenti al consiglio pastorale e passo dopo passo con costanza e passione metteremo a disposizione del paese prima di tutto un progetto di "educazione alla spesa" rivolto a chi ha la necessità di risparmiare e anche a chi non vuole più sprecare le proprie risorse.

Non siamo troppo ambiziosi, abbiamo nella mentalità del gruppo (che va di settimana in settimana allargandosi) la forte idea che io nostro operato possa aiutare tutti i cittadini a migliorare la qualità della propria vita e di chi li circonda. Un gruppo eterogeneo che unito dall'amore per la vita in tutte le sue forme lavorerà a stretto contatto con la propria comunità di appartenenza facendolo anche attraverso le innovazioni tecnologiche e se ne verrà data la possibilità la collaborazione con il comune di Maserà.

Faremo questo e tutte le azioni possibili, in grado di collegare emergenza e quotidianità, cioè di intervenire nell'immediato e portare ad un cambiamento nel futuro con la scelta di costruire e proporre percorsi educativi, in grado di incidere concretamente nella vita delle persone e delle comunità.

Antonio Esposito"

Torna su
PadovaOggi è in caricamento