Concorso pubblico di istruttore amministrativo, salgono a 80 i posti disponibili: tutte le info

Il Settore Risorse Umane ha apportato delle modifiche ai bandi dei concorsi pubblici in scadenza il 10 luglio 2019 per l'assunzione a tempo indeterminato nel Comune di Padova e che riguardano anche 28 posti nel profilo di educatore di asilo nido e dieci posti nel profilo di insegnante di scuola dell’infanzia

Passano da 61 a 80 i posti del concorso pubblico di istruttore amministrativo di categoria C mentre il personale a tempo determinato del Comune di Padova non dovrà sostenere le prove pre selettive. Il Settore Risorse Umane ha apportato delle modifiche ai bandi dei concorsi pubblici in scadenza il 10 luglio 2019 per l'assunzione a tempo indeterminato nel Comune di Padova e che riguardano anche 28 posti nel profilo di educatore di asilo nido e dieci posti nel profilo di insegnante di scuola dell’infanzia.

Le modifiche

Le modifiche riguardano appunto il numero di posti disponibili come istruttore amministrativo categoria C, che passano dai 61 previsti inizialmente a 80: «Il decreto “Concretezza” - spiega l’assessora Francesca Benciolini - prevede che non sia più necessario svolgere prima le procedura di mobilità volontaria del personale già dipendente da Pubblica amministrazione. Per questo abbiamo deciso, pur continuando a prevedere le mobilità, di inserire nel concorso già tutti i posti previsti nel piano triennale dei fabbisogni del personale». Con l’aumento dei posti aumenta anche il numero dei dipendenti interni che potranno usufruire della quota di riserva (il 30%) per un totale ora di 24 posti di istruttore amministrativo di categoria C. La riserva viene inoltre estesa, in questo caso, anche alla categoria B1, oltre che alla B3. Per tutti e tre i concorsi inoltre è previsto l’esonero dalla prova di pre selezione per tutti i candidati che, negli ultimi cinque anni, abbiano svolto un periodo di lavoro nel Comune di Padova di almeno un anno, anche in modo discontinuo e anche come somministratore di manodopera a tempo determinato nel medesimo profilo professionale. «Queste modifiche - prosegue Francesca Benciolini - valorizzano il personale che ha già lavorato per il Comune di Padova e che ha già ricevuto idonea formazione. Si tratta di concorsi molto importanti, per il numero dei posti messi in copertura a tempo indeterminato, cosa che non si faceva da tempo, e che potranno dare dare un miglior servizio a Padova e a chi la abita».

ECCO COME ISCRIVERSI AI TRE CONCORSI PUBBLICI

Potrebbe interessarti

  • Via libera all'assunzione di 500 giovani medici: la rivoluzionaria scelta della Regione Veneto

  • Ferragosto da bollino rosso sulle autostrade venete: giorni di traffico intenso

  • Dal melanoma alla gravidanza: la testimonianza di Teresa, fanatica della tintarella

  • Al top in Italia e nel mondo: Università di Padova al 160esimo posto su 20mila atenei valutati

I più letti della settimana

  • Ferragosto, fuochi in Prato, musei aperti, feste e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Ferragosto di sangue: lo schianto in autostrada è violentissimo, muore a 22 anni

  • Decide di farla finita lanciandosi dal terzo piano di un hotel del centro: tragico suicidio a Padova

  • Si schianta contro un platano a 300 metri da casa: muore un centauro di 28 anni

  • Tentato stupro vicino alla sagra: strattonata e trascinata da due uomini verso un vicolo

  • Via libera all'assunzione di 500 giovani medici: la rivoluzionaria scelta della Regione Veneto

Torna su
PadovaOggi è in caricamento