Piccolo, ma di grande aiuto: nuovo pulmino per il trasporto disabili della Fondazione I.R.P.E.A.

Verrà utilizzato per accompagnare i 170 disabili che frequentano i centri diurni e la comuntà alloggio a visite mediche e specialistiche, ma anche per le attività di socializzazione e inclusione come gite, soggiorni, laboratori didattici esterni e attività sportive

Festa per l'inaugurazione del nuovo pulmino della Fondazione I.R.P.E.A.

Un ulteriore aiuto. E di quelli preziosi: è stato inaugurato nella mattinata di giovedì 4 aprile nella sede della Fondazione I.R.P.E.A. di Padova, in Via Beato Pellegrino, il nuovo pulmino attrezzato per effettuare servizi di trasporto di persone con disabilità .

Il nuovo pulmino

Alla cerimonia sono intervenuti anche il parroco della Parroco della Parrocchia della Natività Don Francesco Tondello per la benedizione del nuovo automezzo, il presidente della Fondazione I.R.P.E.A. Armando Gennaro e il direttore generale Stefano Rizzo, il presidente di Uneba Veneto Francesco Facci, la presidente dell’Associazione Famiglie Persone con Disabilità IRPEA Laura Dalla Nora Pradella e l’Associazione Amici dell’IRPEA con una rappresentanza degli ospiti. Il nuovo automezzo, un Fiat Ducato Panorama euro 6 superaccessoriato, è stato acquistato grazie al contributo dell’Assessorato ai Servizi Sociali della Regione del Veneto, che ha finanziato l’80% del costo. Dotato di 9 posti passeggeri, è attrezzato con pedana e sollevatore a doppio braccio per carrozzine, in linea con le esigenze di trasporto degli ospiti della Fondazione. Armando Gennaro, presidente delle Fondazione, dichiara: «Utilizzeremo questo nuovo pulmino per le necessità delle 170 persone con disabilità che frequentano i nostri centri diurni e comunità alloggio per accompagnarli a visite mediche e specialistiche, ma anche per le attività di socializzazione e inclusione come gite, soggiorni, laboratori didattici esterni e attività sportive».

nuovo_pulmino_IRPEA_RV-2

La Fondazione I.R.P.E.A

Fondazione I.R.P.E.A. (Istituti Riuniti Padovani di Educazione e Assistenza) è una delle più antiche e radicate realtà padovane del welfare. Ha sede in via Beato Pellegrino 155 a Padova e attualmente impegna 220 dipendenti a servizio di un’utenza di 1.500 persone, occupandosi di assistenza alle persone con disabilità, di educazione ed istruzione (nidi integrati, scuole dell’infanzia e primaria), formazione professionale con corsi diurni e pre-serali, residenze e ospitalità per studenti universitari, lavoratori o assistenza ospedaliera.

Potrebbe interessarti

  • Via libera all'assunzione di 500 giovani medici: la rivoluzionaria scelta della Regione Veneto

  • Ferragosto da bollino rosso sulle autostrade venete: giorni di traffico intenso

  • Dal melanoma alla gravidanza: la testimonianza di Teresa, fanatica della tintarella

  • Al top in Italia e nel mondo: Università di Padova al 160esimo posto su 20mila atenei valutati

I più letti della settimana

  • Ferragosto, fuochi in Prato, musei aperti, feste e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Ferragosto di sangue: lo schianto in autostrada è violentissimo, muore a 22 anni

  • Si schianta contro un platano a 300 metri da casa: muore un centauro di 28 anni

  • Via libera all'assunzione di 500 giovani medici: la rivoluzionaria scelta della Regione Veneto

  • Tentato stupro vicino alla sagra: strattonata e trascinata da due uomini verso un vicolo

  • Spaventoso incidente al semaforo: tre feriti, due sono bambini. Auto distrutte

Torna su
PadovaOggi è in caricamento