Tra gare di bellezza ed esibizioni: torna la grande esposizione internazionale canina

In programma sabato 12 e domenica 13 gennaio nei padiglioni 7 e 8 della Fiera di Padova: attesi 1.750 cani in rappresentanza di 248 razze diverse

248 razze selezionate. E 1.750 cani. Tutti da ammirare: i padiglioni 7 e 8 della Fiera di Padova sono pronti a ospitare sabato 12 e domenica 13 gennaio la 55esima edizione dell'Esposizione Internazionale Canina, una delle più importanti rassegne del settore in Italia.

L'Esposizione

Organizzata dallo storico Gruppo Cinofilo Padovano aderente all’Ente Nazionale della Cinofilia Italiana, questa gara di bellezza - che per l’Italia del Nord è il primo evento del calendario 2019 della cinofilia italiana - vedrà splendidi e rari esemplari in lizza per i campionati italiano e internazionale. I cani che si alterneranno nei due giorni saranno valutati nei 15 ring da 18 giudici internazionali provenienti da Croazia, Francia, Germania, Italia, Slovenia, Stati Uniti, Turchia, Ungheria, chiamati a premiare quelli più rispondenti agli standard dei 10 gruppi di appartenenza esistenti.

La gara

Nella gara di Padova saranno ben 248 le razze in concorso, suddivise nei 10 gruppi in cui a livello internazionale sono riunite le razze di cani esistenti. Nella giornata di sabato 12 gennaio saranno in gara i gruppi 1 – 3 – 4 – 5 – 6 – 7 – 8, ossia i cani da pastore e bovari, terrier, bassotti, cani di tipo primitivo- spitz, segugi e cani per pista di sangue, cani da ferma, cani da cerca, da riporto e da acqua. Sempre sabato si avranno anche il Raduno dei Bovari svizzeri (inizio giudizi alle ore 10 a cura del giudice Pierluigi Buratti) e 14 raggruppamenti: Junior Handler, Juniores, Giovani, Veterani, Razze italiane, Coppie, Gruppi di allevamento, Gruppi 1, 3, 4, 5, 6, 7, 8. Nella giornata di domenica 13 gennaio si vedranno invece i cani del gruppo 2 – 9 e 10, ossia i tipo pinscher - schnauzer – molossoidi – bovari svizzeri, cani da compagnia, levrieri, più i Raduni del Cane lupo cecoslovacco e dell’Australian Shepherd (inizio giudizi ore 10 con i giudici Boris Spoljaric e Chaty Daugherty) e 6 raggruppamenti: Junior Handler, Juniores, Giovani, Veterani, Razze italiane, Coppie. Le razze più numerose presenti al concorso di bellezza di Padova sono le seguenti: Bassotti (117 esemplari sabato), Alani (76 domenica), Levrieri (73 domenica), Spitz (59 sabato) e Whippet (59 domenica), Cani da ferma (51 sabato), Siberian Husky (51 sabato), Dogo Argentino (44 domenica), Chihuahua (35 domenica), Golden Retriever (36 sabato), Pastore scozzese (33 sabato), Akita (32 sabato), Cane lupo cecoslovacco (31 sabato), Labrador Retriever (30 sabato), Levriero afgano (30 domenica).

18 giudici internazionali

Sono 18 i giudizi internazionali di 8 Paesi che il 12 e 13 gennaio valuteranno estetica e conformità di razza dei 1.653 cani concorrenti a Padova: 10 arrivano dall’Italia, due dagli Stati Uniti e uno rispettivamente da Croazia, Francia, Germania, Slovenia, Turchia e Ungheria. Per gli stranieri sarà la prima volta che giudicano un’esposizione in Italia. Dall’Italia: Dagmar Ahrens Bitte (cani del gruppo 10), Pierluigi Buratti (gruppi 2, 6, Bovari svizzeri e raggruppamenti razze italiane e gruppo 3), Cesare Calcinati (gruppi 1, 4, raggruppamenti gruppo 1), Francesco Cocchetti (gruppi 3, 5, 8, 10, raggruppamenti Junior Handler, raggruppamenti razze italiane), Alberto Cuccillato (gruppo 9 e raggruppamenti gruppo 9), Nanzio Mari (gruppi 7, 8 e raggruppamenti gruppo 7), Mario Migliarini (gruppo 6 e raggruppamenti gruppo 6), Vincenzo Parmiciano (gruppo 2 e raggruppamenti gruppo 2), Diego Vitali (gruppo 2), Alessandro Zeppi (gruppi 2, 8 e raggruppamenti veterani e giovani). Dagli Stati Uniti: Chaty Daugherty (gruppo 5 e raggruppamenti juniores e raduno Australian Shepherd), Ann Roth (gruppo 3, 6, 8, 10, raggruppamenti coppie e juniores). Dalla Croazia: Boris Spoljaric (gruppo 1, raggruppamenti gruppo 8 e raduno Cane lupo cecoslovacco). Dalla Francia: Christian Leneuf (gruppi 5, 9, raggruppamenti gruppo 5 e veterani). Dalla Germania: Corina Munch (gruppo 2). Dalla Slovenia: Darko Koresec (gruppi 2, 5, 9, raggruppamenti gruppi di allevamento, coppie). Dalla Turchia: Ozan Belkis (gruppi 1, 2, raggruppamenti giovani e gruppi). Dall’Ungheria: Tibor Kis (gruppo 1, raggruppamenti gruppo 4). Il Best in Show, domenica pomeriggio, sarà giudicato da Francesco Cocchetti.

Le regioni più… canine

Con 879 allevatori con affisso (cognome che l’allevatore dà ai cuccioli nati nel proprio allevamento) la Lombardia è la regione italiana che conta il maggior numero di allevatori. Al secondo posto nella graduatoria ufficiale dell’ENCI c’è il Lazio con 537 allevatori, terza la Toscana con 505. Seguono: Emilia Romagna (504), Piemonte (440), Veneto (407), Campania (356), Sicilia (319), Puglia (187), Marche (160). Le province con più allevatori sono invece: Roma con 323, Napoli con 168, Milano con 138, Torino con 134, Pavia con 131, Bergamo e Brescia con 115, Treviso con 112, Firenze con 111 e Palermo con 101. L’affisso è una sorta di autenticazione del lavoro dell’allevatore, che ne rende i cuccioli riconoscibili, distinguendoli da quelli nati in allevamenti amatoriali.

Treviso al top in Veneto

Il Veneto, con 407 allevatori di cani dotati di affisso, risulta quindi al sesto posto in Italia per numero di allevatori. La provincia che ne conta di più è quella di Treviso (8° posto a livello nazionale) con 112. Seguono: Vicenza con 93, Padova con 65, Verona con 64, Venezia con 39, Rovigo con 19 e Belluno con 15.

Cani da soccorso

Domenica 13 gennaio Il ring d’onore del padiglione 7 ospiterà anche le esibizioni della Scuola Padovana Cani da Soccorso (di Legnaro- Pd) capitanata dal presidente e istruttore Salvo D’Alò. Si tratta di una nuova formazione composta di giovanissimi conduttori, che nel primo pomeriggio eseguiranno esercizi di preparazione dei cani da soccorso. Interverranno le seguenti razze: Pastore belga, Pastore olandese, Kelpie, meticci, Pastore tedesco, Golden Retriever, Labrador. Salvo D’Alò di Padova e Marina Zambon di Mestre porteranno i loro Pastori belga Malinois arrivati secondi ai campionati mondiali dei cani da soccorso in Repubblica Ceca; il Pastore di D’Alò, Lilla, è campione italiano 2018 di questa categoria.

Le info

L’apertura al pubblico dalle ore 9 alle 17 sabato e dalle 9 alle 18 domenica prevede un biglietto di 8 euro (gratis per bambini fino a 6 anni e per disabili, ridotto a 4 euro dai 6 ai 12 anni e per l’accompagnatore del disabile; biglietto famiglia di 16 euro per 2 adulti e un bambino dai 6 ai 12 anni). Visto che il regolamento delle esposizioni italiane consente il rientro a casa dei cani esclusi dagli spareggi pomeridiani, il pubblico è invitato a visitare l’esposizione fin al mattino per poter vedere tutti i cani partecipanti. Non è consentito l’accesso in Fiera ad animali non iscritti a catalogo. Presentando l’evento, Zeus Caliri presidente del Gruppo Cinofilo Padovano, ha sottolineato l’importanza di scegliere sempre cani di provenienza certa e rispondenti alle reali esigenze della famiglia, non basandosi esclusivamente sull’estetica degli animali. Info: Gruppo Cinofilo Padovano (049 774295), www.expocani.com (0522 382145, fax 0522 015353).

Potrebbe interessarti

  • I rimedi naturali per allontanare api, vespe e calabroni senza danneggiare l’ambiente

  • Tre concorsi pubblici per 100 nuove assunzioni: ecco come iscriversi

  • È vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

  • Pfas, prosegue il piano di screening: quasi 52.000 persone invitate e più di 31.000 visitate

I più letti della settimana

  • Impatto fatale sul guardrail tra i monti del Trentino: muore motociclista 33enne di Rubano

  • Si schiantano su un campo dopo lo scontro in autostrada: sei feriti di cui due gravi

  • Frontale tra due auto, una finisce nel fosso. Due feriti, donna elitrasportata

  • Schianto in superstrada: tre feriti, uno è grave. Sversamento di gasolio sulla carreggiata

  • Pompa l'acqua per annaffiare il prato, donna muore folgorata nel giardino di casa

  • Arresto cardiaco durante l'inaugurazione del "Pride Village": ricovero d'urgenza in ospedale

Torna su
PadovaOggi è in caricamento