Quando ‘il gene’ crea cattiva scienza: sold out per la conferenza del professor Barbujani

Organizzata dall’Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza e dal Cicap, fa parte del programma della rassegna “Viaggio al centro della scienza”

Guardando distrattamente i titoli dei giornali si resta sbalorditi dai progressi della genetica. A prestar fede a quanto si legge, ci sarebbe un gene per qualsiasi cosa, dalla timidezza alla criminalità, dal sex appeal all’intelligenza, e la scienza li starebbe scoprendo tutti quanti. La realtà, però, è parecchio più complicata. Lo spiegherà bene l’ospite della terza conferenza della rassegna “Viaggio al centro della scienza”, organizzata dall’Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza e dal Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze (CICAP). Si tratta del prof. Guido Barbujani, genetista dell’Università di Ferrara, che discorrerà sul tema “Non nei nostri geni: Criminalità, Intelligenza, Origini” mercoledì 16 maggio alle ore 18 nella Sala Anziani di Palazzo Moroni, a Padova.

Barbujani-4

“Semplificare non aiuta, anzi...”

Il professor Barbujani anticipa i temi della conferenza: “Negli ultimi dieci anni abbiamo accumulato stupefacenti quantità di dati su come è fatto il nostro Dna e sulle differenze fra individui e popolazioni, nella nostra specie e in tante altre. Abbiamo capito molte cose importanti sul funzionamento delle cellule e stiamo cercando di sviluppare metodi diagnostici precoci e terapie efficaci per tante malattie, di descrivere meglio la biodiversità per poterla poi meglio proteggere, e di migliorare la qualità del cibo che mangiamo. Ma tantissimo resta ancora da comprendere, specie per quanto riguarda caratteristiche complesse, come quelle che presiedono al nostro comportamento: caratteristiche che dipendono da tanti geni che ancora non conosciamo e da tantissimi fattori ambientali. Vedremo che semplificare non aiuta, e che andare a cercare ‘il’ gene che ci fa saggi o stupidi, buoni o cattivi cittadini, o che identifica il nostro luogo d’origine, porta a produrre sempre cattiva scienza, a volte scienza ridicola, altre dei veri e propri disastri sociali”. L’incontro, che da settimane registra il tutto esaurito, sarà moderato dalla prof.ssa Antonella Viola, direttrice scientifica di Irp, e da Telmo Pievani, professore di Filosofia delle scienze biologiche all’Università di Padova e garante scientifico del Cicap.

I prossimi appuntamenti

“Viaggio al centro della scienza” prevede altri due incontri che vedranno la partecipazione dell’astronomo Roberto Ragazzoni (22 maggio) e della climatologa Elisa Palazzi (30 maggio). La rassegna è realizzata con il sostegno del Comune di Padova, il patrocinio dell’Università degli Studi di Padova, la collaborazione di Promex - Azienda Speciale della Camera di Commercio di Padova nell’ambito della Padova Health & Wellness Week, oltre che con la partecipazione di Alì e Solgar e il contributo di Accordare Immobiliare, Agriluce, Barth-Italiana, Columbus Thermal Pool, EcamRicert, Karizia, Salix e Viaggiare.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa del Salone, incontri, fiere, mercatini e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Giro d'Italia: la tappa del 22 maggio 2020 avrà l'arrivo a Monselice

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

Torna su
PadovaOggi è in caricamento