Giostra della Rocca: Carmine interrompe il digiuno e vince la 34esima edizione

La contrada non vinceva dal 1986: tanti gli spettatori a Monselice per la festa più attesta, imponente il servizio d'ordine che ha garantito una giornata splettacolare

La contrada del Carmine si aggiudica la 34esima edizione della Giostra della Rocca con il fantino Gioele Bartolucci che ha battuto per una penalità lo sfidante Willer Giacomini che difendeva i colori di Monticelli. La finale è stata perfetta e tirata per entrambi sull’anello di Monsleice davanti a un pubblico entusiasta in una giornata caldissima.

La corsa

Carmine non vinceva dal 1986. Dal primo turno sono usciti vincitori Alessio Ricchiuti per la Torre, Gioele Bartolucci e Francesco Marzoli per il Carmine, Alessio Scoccione e Mimmo Spinelli per San Giacomo, Enrico Gnagnarella e Willer Giacomoni per Monticelli, Matteo Rivola per San Martino, Matteo Giannelli e Cosimo Timoncini per Ca' Oddo.

La finale

Entrambi i finalisti poi hanno infilzato i tre anelli di differenti misure. Giacomoni però con una "falsa partenza" ha accumulato una penalità nonostante il tempo migliore rispetto all'avversario con 51"61. Gioele Bartolucci si aggiudica per il secondo anno consecutivo la vittoria della Quintana.

Carabinieri Giostra Rocca-3

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa del Salone, incontri, fiere, mercatini e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Blocco del traffico, come funziona: il vademecum con tutte le informazioni utili

  • Giro d'Italia: la tappa del 22 maggio 2020 avrà l'arrivo a Monselice

Torna su
PadovaOggi è in caricamento