Sicurezza sul lavoro, presidio di Potere al Popolo nel centro storico di Padova

Si terrà giovedì 17 maggio alle ore 18 in piazza dei Signori: "Basta infortuni e morti, serve uno sciopero generale per imporre un cambio di rotta"

Per "rompere il silenzio che avvolge queste morti". E sono ben 260 in Italia da inizio anno: alla luce del gravissimo incidente alle Acciaierie Venete e delle morte ad Abano Terme del netturbino schiacciato da un autobus, Potere al Popolo ha organizzato per giovedì 17 alle ore 18 un presidio in piazza dei Signori, a Padova.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Serve uno sciopero generale"

Nel comunicato in cui Potere al Popolo annuncia l'iniziativa c'è spazio anche per numeri e riflessioni: "Nel Veneto della 'ripresa' fioriscono i convegni sull’Industria 4.0 mentre la realtà è fatta di precarietà, di turni e ritmi forsennati, di impianti vecchi di decenni che non garantiscono una sicurezza adeguata. E le lavoratrici e i lavoratori continuano a farsi male, e a morire. Dall'inizio del 2018 sono 260 le morti sul posto di lavoro in Italia. Gli infortuni si contano a migliaia, molti gravi. La nostra regione è in cima alla classifica con 30 morti: l’ultimo è Stefano Fontana, netturbino, investito lunedì ad Abano Terme. Rompiamo il silenzio che avvolge queste morti. Potere al Popolo Padova invita lavoratrici, lavoratori, studentesse e studenti, pensionati, migranti ad una manifestazione in centro a Padova per dire 'basta infortuni e morti sul lavoro'. Non bastano timide azioni o prese di parola: serve mettere come priorità assoluta la salute e la sicurezza di lavoratrici e lavoratori. E serve uno sciopero generale per imporre questo cambio di rotta alle aziende e al nuovo governo. Porteremo in piazza il nome e un fiore per ogni lavoratore morto in questi mesi. Non lasciamo che questi nomi scompaiano nella cronaca, ricordiamoli affinché questa strage venga fermata".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro auto moto lungo la Romea: i veicoli prendono fuoco, morto il centauro

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Live - Aumenta l'indice di contagiosità, botta e risposta Zaia-Crisanti

  • Live - Coronavirus, un nuovo decesso all'ospedale di Padova

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

Torna su
PadovaOggi è in caricamento