Navigli, parte la campagna "Mai più plastica": dal 22 maggio solo bicchieri di mais

Mezzo milione di stoviglie di plastica consumate in meno, entro la fine della rassegna. Sono alcuni numeri del "risparmio ambientale" messo in moto al Naviglio di Padova e sostenuto dalla Fondazione Asso Safe

Diecimila bicchieri di plastica in un'unica serata, quella del prossimo 22 maggio, quando ci sarà lo spritz world record; mezzo milione di stoviglie di plastica consumate in meno, entro la fine della rassegna. Sono alcuni numeri del "risparmio ambientale" messo in moto al Naviglio di Padova, il boulevard di musica e spritz che ogni anno si anima con otto chioschi che vendono bibite nel luogo più green della città, dato che è la prima grande manifestazione in Veneto che diventerà completamente libera dalla plastica.

Ambiente e divertimento

Ad annunciarlo stamattina i baristi del Lungo Piovego che hanno dato vita ad una sorta di installazione ambientalista, ammucchiando la produzione di plastica usa e getta di una serata tipo. Una piramide di sacchetti di tre metri di lato, che a partire da oggi inizia ad essere un ricordo lontano. «Abbiamo deciso di sostituire piatti, bicchieri e cannucce passando dalla plastica al mais riciclabile e compostabile al 100% - spiega Federico Contin, animatore della rassegna che ogni anno è anche teatro del brindisi più numeroso al mondo - e proprio in occasione dell'annuale Spritz World record diremo definitivamente addio ai bicchieri di plastica. Uno sforzo anche dal punto di vista economico non banale che è stato deciso da parte dei baristi del Naviglio per dare seguito alle mobilitazioni ambientaliste di questa primavera». 

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Intervenuta anche la dottoressa Giuseppina Filieri della Fondazione Asso Safe che ha spiegato hanno deciso di sposare questa iniziativa: «La nostra Fondazione ha deciso di acquistare questi bicchieri di mais anche per quello è il suo impatto non solo sull'ambiente ma sull'educazione al rispetto dello stesso. E' un po' quello che facciamo nelle scuole con il progetto "Frena il bullo", cerchiamo di dare gli strumenti per distinguere quali sono buoni comportamenti e quali no. E' lo stesso principio». La Fondazzione ha più di 60 sedi in tutta Italia. 

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

A dare il plauso da parte dell'amministrazione comunale all'iniziativa questa mattina è intervenuta anche l'assessora comunale all'ambiente Chiara Gallani. In volume, a regime, il mancato utilizzo di piatti, bicchieri e cannucce di plastica porterà al mancato utilizzo, e quindi conseguentemente al mancato smaltimento in inceneritore dell'equivalente di un palazzo di otto piani di plastica. Al suo posto circa mezzo milione di bicchieri compostabili, che finiranno nell'umido e che diventeranno ciò che erano all'inizio, mais e acqua. 

Potrebbe interessarti

  • La Notte dei Colori, feste in piazza e sui colli, lirica e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • 10mila veneti colpiti da Linfedema. Sinigaglia: «Pazienti costretti ad andare all'estero per farsi curare»

  • «Ecco perché perdiamo forza durante l’invecchiamento»: la ricerca congiunta Vimm-Università

  • Veicoli storici: riduzione del 50% dell'imposta per i mezzi registrati fino al 2 marzo 2019

I più letti della settimana

  • Violento acquazzone nel Padovano: forte vento e grandine, alberi sradicati e strade allagate

  • Domenica di sangue: schianto tra due auto sull'argine a Codevigo, morto un 43enne

  • Tragico frontale sulla regionale 308: muore un parroco di 82 anni

  • Tragico schianto in moto alle Canarie: muore Andrea "Pizzi" Mazzin, 35enne padovano

  • Tragedia al maneggio, ucciso dal cavallo imbizzarrito. Il dramma ripreso da un collega

  • Devastante rogo in un'azienda: collassati due capannoni, morti 100mila tra polli e galline

Torna su
PadovaOggi è in caricamento