“Nubifragio con venti oltre i 90 km/h”: Arpav diffonde i dati del maltempo che ha colpito Montagnana

Venerdì 2 agosto il transito di una perturbazione, in spostamento da ovest verso est, ha determinato sulla regione condizioni di marcata instabilità, favorite anche dalla presenza di aria calda e molto umida accumulatasi nei giorni precedenti

Pioggia a catinelle e vento fortissimo: Arpav ha diffuso i dati relativi all'ondata di maltempo che venerdì 2 agosto ha colpito tutto il Veneto e la provincia di Padova, in particolar modo Montagnana.

I dati

Questo l'incipit dell'analisi dell'Arpav: “Nella giornata di venerdì 2 agosto il transito di una perturbazione, in spostamento da ovest verso est, ha determinato sulla regione condizioni di marcata instabilità, favorite anche dalla presenza di aria calda e molto umida accumulatasi nei giorni precedenti. Le precipitazioni sono state a prevalente carattere di rovescio o temporale e hanno interessato la regione in diverse fasi, determinando fenomeni particolarmente significativi per l’intensità e la quantità di precipitazione, raffiche di vento e grandinate”.

Primo fenomeno

“La prima fase di fenomeni temporaleschi intensi si verifica nel primo mattino sulle zone pedemontane di Vicenza, sul Trevigiano e sull’Alto Veneziano, tra le 6 e le 10, ora legale. Piogge particolarmente intense sono cadute in un’ora a Solagna (59 mm), a Follina (46 mm) e a Monte Summano (42 mm). Sulle zone pedemontane vicentine e sul versante sud delle Prealpi vicentine i fenomeni sono stati non solo intensi ma anche persistenti, con accumuli di pioggia assai significativi: 132 mm/12 ore a Solagna – Villaggio del Sole, 106 mm/12 ore a Lusiana, di cui 83 in sole 3 ore (precipitazione catalogabile come nubifragio), 85 mm a Monte Summano. Sempre in questa fase una cella temporalesca particolarmente intensa si sposta dalla zona di Bassano verso Treviso e poi verso S.Stino di Livenza e Portogruaro, lasciando la regione poco prima delle 10. Nel suo passaggio determina piogge intense, forti raffiche di vento e grandinate. Particolarmente significative risultano le intensità di pioggia registrate dalle stazione di Ponte di Piave. Il dato di 26.6 mm registrato in 5’ è il secondo più alto mai rilevato da tutte le stazioni Arpav (il record è quello di 27.2 mm/5’ registrato a Montegalda il 1 luglio 2005). Il valore registrato in 30 minuti può essere catalogato come nubifragio. Il vento: le stazioni della rete Arpav hanno registrato raffiche molto forti con 99 km/h a PortogruaroLison (VE), 93 km/h a Lugugnana (Portogruaro) e 86 km/h a Ponte di Piave (TV). Poco dopo, tra le 10 e le 11, una cella temporalesca a tratti intensa si sposta da Camposampiero (PD) verso Mogliano/Mestre e poi verso il lido di Jesolo”.

Secondo fenomeno

“Dopo una pausa nelle ore centrali della giornata, in cui si verificano ancora delle precipitazioni ma di minore entità e a carattere più locale, nel corso del pomeriggio un sistema temporalesco fa il suo ingresso dalla Lombardia sul Veronese, interessando con i fenomeni più significativi dapprima il veronese e successivamente la pianura a sud dei Colli Berici e di Padova fino a raggiungere la costa intorno alle ore 18. Anche in questo caso sono associate al passaggio del sistema temporalesco forti piogge (a Montagnana sono caduti 25 mm in 10’ e 45 mm in 30’, precipitazione che è catalogabile come nubifragio), ma soprattutto venti molto intensi. Si citano a titolo esemplificativo alcuni valori di raffica massima: 138 km/h registrati a Porto Tolle - Pradon (RO), valore record per questa stazione, 112 km/h a Rosolina (RO), 96 km/h a Lusia (RO), 91 km/h a Montagnana (PD)”.

Raffiche di vento

Si riportano di seguito i dati di raffica massima superiori a 70 km/h registrati dalle stazioni della rete Arpav e la mappa con le precipitazioni totali cadute in 24 ore nella giornata di venerdì 2 agosto (dati ancora in corso di validazione).

Raffiche vento-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce dal garage con la Porsche e si maciulla una gamba: grave incidente per un assicuratore

  • Gioca 5 euro, ne incassa 500mila: colpaccio col "Gratta e Vinci" in provincia di Padova

  • Tra incredulità e gioia: al ristorante Radici di Padova si presenta Martin Scorsese

  • Gravissimo scontro tra un'auto e un camion: muore una donna di 52 anni

  • Tragedia sulle montagne trentine: morti due scalatori padovani

  • Tragedia al Portello: dalle acque del Piovego affiora un cadavere

Torna su
PadovaOggi è in caricamento