Il posto auto? Lo trovi via smartphone: ecco "EasyPad", la rivoluzione del parcheggio in città

Presentata a Palazzo Moroni l'app di Aps Holding che permette di verificare in tempo reale la disponibilità di parcheggi a Padova pagando comodamente la sosta via cellulare. In arrivo anche 140 parcometri di ultima generazione

Riccardo Bentsik, direttore di Aps Holding, spiega il funzionamento della nuova app "EasyPad"

Il parcheggio "del futuro" è realtà: presentata a Palazzo Moroni "EasyPad", l'app di Aps Holding che permette di verificare in tempo reale la disponibilità di parcheggi a Padova pagando comodamente la sosta via cellulare.

EasyPad

Ribattezzato come "sistema intelligente di gestione e monitoraggio in tempo reale della sosta nei parcheggi a raso e in struttura", si basa su un sistema di identificazione di veicoli in sosta attraverso sensori ottici ed elettromagnetici, che inviano informazioni ad una regia centrale (server Aps) che a sua volta - tramite la rete internet - può inoltrarle a terminali, telefoni cellulari e altri dispositivi. La app "EasyPad" sarà a disposizione entro la fine della prossima settimana su Apple Store e Google Play e consentirà di mappare completamente entro luglio - quando verrà ultimata la posa dei sensori - tutti i 6.500 posti auto disponibili in città, di cui 3.000 stalli a raso su strada.

Colonnine e pannelli

Ma non è tutto: nei prossimi mesi tutti i parcometri esistenti verranno sostituiti da 140 nuove colonnine di ultima generazione, grazie alla quale si potrà pagare anche con Bancomat e carte di debito/credito. Inoltre verranno installati nelle arterie principali 10 nuovi pannelli con messaggi variabili che indicheranno a loro volta anche i posti liberi nei vari parcheggi disponibili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come funziona

La sosta si potrà ovviamente pagare anche via app, con grandi vantaggi per l'utente che verrà avvisato all'approssimarsi della scadenza della stessa così da poterla prolungare ovunque si trovi senza incorrere in sanzioni. La disponibilità di stalli, inoltre, sarà maggiore perché con questo sistema di monitoraggio aumenta - alla luce dell'invio dei dati in tempo reale alla centrale Aps - il rischio di sanzione, inducendo così  ad occupare lo stallo solo il tempo necessario (con conseguente maggior ricambio) e a indirizzarsi verso parcheggi meno onerosi, così da sfruttare tutti i posti a disposizione. Verrà inoltre notevolmente ridotto il tempo perso alla ricerca di un parcheggio libero: attraverso la mappatura digitale della la città, infatti, l’utente, una volta inserite le sue preferenze, verrà indirizzato direttamente ai parcheggi liberi nell’area di suo interesse.

Vantaggi per l'amministrazione

Innegabili anche i vantaggi per l'amministazione: dal monitoraggio in tempo reale con ottimizzazione dei controlli verso le aree ad alto tasso di evasione alla possibilità di individuare senza perdite di tempo le auto in infrazione all’interno dell’area segnalata, passando per l'ottimizzazione dei flussi di traffico e la disponibilità di dati statistici (indici di occupazione, tempi medi di sosta, distribuzione della sosta e degli incassi) che diventano informazioni preziose per lo sviluppo del servizio e più in generale per il piano del traffico fino ad arrivare alla possibilità di variare da remoto le tariffe a seconda delle necessità e delle scelte dell'Amministrazione e alla segnalazione di posteggio occupato non autorizzato, ottimizzando il servizio per le persone con disabilità e car sharing. Senza dimenticare un altro dato importantissimo: secondo alcune stime il 30% del traffico nelle ore di punta deriva dalla ricerca di parcheggio, con inevitabili ripercussioni anche sull'inquinamento.

Arturo Lorenzoni

Dichiara Arturo Lorenzoni, vicesindaco di Padova con delega alla mobilità: «Attendevo da molto questo passaggio importante. Questo progetto è un modo per proiettare Padova verso una città ancora più accessibile, gradevole e conciliante, grazie alle nuove tecnologie. La conoscenza di tutti i parcheggi presenti e la loro valorizzazione spero serviranno anche a limitare le polemiche sulla carenza di aree di sosta in città: abbiamo 6500 posti, se gestiti in maniera intelligente sono una grande risorsa. Grazie a questo progetto possiamo infatti ottimizzare i flussi del traffico indirizzando utenti e cittadini verso i posteggi liberi più vicini, riducendo anche il traffico. Inoltre la disponibilità di dati statistici come gli indici di occupazione, i tempi medi di sosta e la distribuzione della sosta sono una risorsa preziosa per lo sviluppo del servizio e più in generale per il piano del traffico. Questa app può essere il nucleo attorno al quale sviluppare nuovi servizi».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Riccardo Bentsik

Dichiara Riccardo Bentsik, direttore di Aps Holding: «Stiamo parlando della prima realizzazione di un progetto di ampio respiro che porterà importanti vantaggi per l’utenza e per l’amministrazione. L’utente potrà prolungare la sosta in qualsiasi momento e non perdere tempo alla ricerca di un parcheggio, venendo addirittura guidato nel parcheggio libero disponibile più vicino. L’amministrazione invece potrà monitorare in tempo reale la situazione della sosta, ottimizzare i controlli verso le aree ad alto tasso di evasione ed individuare rapidamente le auto in infrazione. Le indicazioni fornite dalla app permetteranno a tutti di avere informazioni più precise e maggior consapevolezza per muoversi in città. Il progetto muove i primi passi con la messa online della app l’ultima settimana di febbraio, entro luglio sarà completo e per allora avremo uno dei sistemi di monitoraggio e gestione della sosta più evoluti in Italia».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gravissimo incidente nella serata: un decesso e due persone ferite nello schianto

  • Tragico schianto nella serata di domenica: morta una donna, centauro ferito

  • Live - In serata morto un 47enne. Ripartenza, tornano i pranzi sui colli

  • Coronavirus, Zaia: «Dal primo giugno non ci sarà più l'obbligo della mascherina all'aperto»

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

Torna su
PadovaOggi è in caricamento