Lo storico dell’arte Philip Rylands curerà il progetto di valorizzazione del complesso dei Musei Civici Eremitani

Parte il processo di rilancio che comprende il Museo Archeologico, il Museo d’Arte e il Museo delle Arti Applicate

Philip Rylands

Affollatissima conferenza stampa per presentare il nuovo consulente, figura di grande rilievo per la gestione e organizzazione dei musei, a Palazzo Moroni. Occhi puntati su Philip Rylands, anche se ad aprire l'incontro con la stampa sono stati il sindaco Sergio Giordani e Andrea Colasio, assessore alla cultura. 

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
.

Il progetto prevede il rilancio e la valorizzazione di uno dei patrimoni culturali principali della città è stato affidato, con un incarico ad hoc, allo storico dell’artePhilip Rylands, fino a giugno del 2017 direttore a Venezia, per oltre 30 anni, della Peggy Guggenheim Collection, una delle principali collezioni d’arte del ‘900.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Proprio grazie alla direzione di Rylands, Peggy Guggenheim Collection è stato il Museo d’Arte Moderna e Contemporanea più visitato in Italia e il secondo a Venezia, dopo Palazzo Ducale. Un risultato frutto della curatela accurata e dei moderni canali di relazione e interazione con i visitatori del Museo attivati da Rylands.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

«Rylands svilupperà, in stretto contatto - spiega l'assessore Colasio - con le conservatrici dei Musei, un progetto scientifico, completo di piano economico e finanziario, per la valorizzazione delle esposizioni permanenti e delle collezioni del complesso dei Musei Civici Eremitani. Un progetto che, nelle intenzioni del curatore inglese, comprenderà la revisione dei criteri espositivi con la valorizzazione delle opere più importanti, una ridefinizione dei percorsi, anche con una diversa gestione degli spazi, in modo da rendere non solo più facilmente fruibile ma anche più gradevole la visita. I visitatori saranno accompagnati in un itinerario che offrirà in modo chiaro e semplice le informazioni necessarie a comprendere le opere esposte e a collocarle nel loro contesto artistico e storico senza appesantirne la visione»


eremitani-3-2

Potrebbe interessarti

  • I rimedi naturali per allontanare api, vespe e calabroni senza danneggiare l’ambiente

  • Tre concorsi pubblici per 100 nuove assunzioni: ecco come iscriversi

  • È vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

  • Pfas, prosegue il piano di screening: quasi 52.000 persone invitate e più di 31.000 visitate

I più letti della settimana

  • Impatto fatale sul guardrail tra i monti del Trentino: muore motociclista 33enne di Rubano

  • Si schiantano su un campo dopo lo scontro in autostrada: sei feriti di cui due gravi

  • Frontale tra due auto, una finisce nel fosso. Due feriti, donna elitrasportata

  • Schianto in superstrada: tre feriti, uno è grave. Sversamento di gasolio sulla carreggiata

  • Pompa l'acqua per annaffiare il prato, donna muore folgorata nel giardino di casa

  • Arresto cardiaco durante l'inaugurazione del "Pride Village": ricovero d'urgenza in ospedale

Torna su
PadovaOggi è in caricamento