Nuova Pediatria, Perilongo: «Non molliamo». E Zaia invita ad accelerare i tempi

Il direttore del Dipartimento Salute Donna e Bambino dell'azienda ospedaliera di Padova spiega dopo l'incontro in Soprintendenza: «C’è bisogno di una grande azione per far capire che Pediatria è un patrimonio non solo per Padova ma anche per tutto il Veneto»

«Ogni giorno in più è una difficoltà in più, ma non tanto da portarci fuori corsa». Il professor Giorgio Perilongo, direttore del Dipartimento Salute Donna e Bambino dell'azienda ospedaliera di Padova, non si sbottona mentre parla del "caso" della nuova Pediatria e dell'incontro interlocutorio tenutosi nel pomeriggio di martedì 17 dicembre negli uffici della Soprintendenza.

Perilongo

L'occasione per toccare l'argomento? La presentazione del nuovo consiglio direttivo della Fondazione Salus Pueri, di cui il professor Perilongo è vicepresidente. Sperava di non dover rispondere a domande sull'argomento, ma si concede con grande disponibilità e un pizzico di diplomazia: «C’è bisogno di una grande azione per far capire che Pediatria è un patrimonio non solo per Padova ma anche per tutto il Veneto, e noi puntiamo all'umanizzazione delle cure. Il mio sogno è che le stanze di degenza dei piccoli pazienti diventino simili alle stanze da letto delle loro case, per rendere la loro permanenza meno pesante. Mi auguro che si giunga presto a un accordo che facci felici tutti, perché se riusciamo a realizzare la Pediatria dimostriamo che la città cresce, e Padova ha bisogno di ritrovarsi unita nella voglia di crescere e di contribuire al bene collettivo». Chiusura con una frase a dir poco simbolica: «C’è uno staff di persone altamente determinato pronto ad affrontare una navigazione difficile. Le onde sono alte, ma non molliamo».

Zaia

Un intervento a cui fa seguito quello del professor Eugenio Baraldi, direttore dell'Unità Operativa Complessa di Patologia Neonatale dell'ospedale di Padova, che dopo aver espresso il proprio pensiero («Tutte le istituzioni sono unite sull'opera, deve essere fatta») rivela: «Luca Zaia, Governatore del Veneto, in vista della nostra festa di Natale ci ha inviato una lettera di auguri in cui afferma che il progetto della nuova Pediatria deve andare avanti e andrà avanti, perché i bambini vengono prima di tutto».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Live - Coronavirus: morto Adriano Trevisan, altri 9 casi accertati a Vo'. Università chiuse

  • Michele, con la famiglia in isolamento per senso di comunità

  • Coronavirus: primi due casi sospetti nel Padovano, l’ospedale di Schiavonia verrà svuotato

  • Governo, decreto straordinario: Vo' "sigillata" per quindici giorni, non si potrà entrare o uscire

  • Infarto durante l'ora di lezione a scuola: grave una studentessa di 14 anni

  • Morte cerebrale per Anna, la quattordicenne colpita da arresto cardiaco a scuola

Torna su
PadovaOggi è in caricamento