Fiera di Padova, svelato il calendario 2019: già 29 appuntamenti in programma. E l'esercizio è in attivo

Il fatturato complessivo generato nel 2018 dalla Fiera di Padova è di oltre 12 milioni e 500mila euro. E per la prossima stagione sono previste 4 nuove esposizioni

29 manifestazioni (di cui 4 nuove) nel 2019 ed esercizio 2018 in attivo: la Fiera di Padova può sorridere.

Il calendario 2019

Partiamo dal calendario per il prossimo anno, che prevede appunto 29 manifestazioni organizzate direttamente o da terzi e l’avvio di quattro nuove manifestazioni. Il panorama prevede: a gennaio le esposizioni canina e felina; in febbraio Itinerando, Training aziendale e Padova Sposi; in marzo Rassegna Aziende Calzature, Be Comics, Antiquaria Padova, Smau Padova; in maggio la 100^ Campionaria; in giugno Pride Village; in settembre Bike Experience e Bike Travel, Giorni di Sport, CityLand Vision, Rassegna Aziende Calzature; in ottobre Casa su misura, Eat Green (by Tecnobar&Food), Padova Sposi, Auto e Moto d’epoca; in novembre Tuttinfiera, Expo Scuola, ArtePadova, Salone Internazionale Professionale di attrezzature per campeggio e Outdoor, Bike Experience B2B, Innovation Hub; in dicembre Netcomm Nordest, Festival dell’Oriente.

Esercizio 2018 in attivo

L’esercizio 2018 della Fiera di Padova ha significato, in termini economici, un fatturato complessivo generato di 12.505.000 euro: fatturato che tiene conto della cessione obbligata in virtù dello stato di liquidazione dei contratti relativi al Pride Village e ad Air Show con mancate entrate già previste per 3.450.000 euro. Nel 2017 il fatturato prodotto era stato di 12.255.709 euro e nel 2016 di 6.822.273 euro. La società gestrice Geo SpA che ha un capitale sociale di 2.104.082 euro (di cui 2.004.082 versati), nel corso del 2018 ha organizzato e ospitato 65 manifestazioni fieristiche che hanno visto impegnati 5.941 visitatori e 881.000 visitatori, più 28 tra congressi e convention aziendali organizzati con 18.450 partecipanti, per un totale di 610.095 metri quadrati occupati in 357 giorni di apertura del quartiere fieristico. Tra i numeri che hanno concorso al successo delle manifestazioni si contano i 31 dipendenti che nel 2018 sono costati 1.750.000 euro, più le 340 aziende fornitrici in rapporto continuativo con Geo SpA (indotto indiretto): queste ultime da sole hanno generato una spesa di 8.600.000 euro, che a partire dall’1 settembre 2016 (inizio di attività di Geo SpA) è stata complessivamente di 27.650.000 di euro ad oggi erogati. Un impegno notevole che è stato capace di sviluppare un indotto indiretto per gli organizzatori delle manifestazioni e per il territorio; e che ha garantito i livelli occupazionali del 2016 (implementati dall’ assunzione aggiuntiva di un ex licenziato). A fronte di 300.000 euro di investimenti effettuati per il quartiere fieristico, di 756.000 euro di costi non ricorrenti sostenuti per lo sviluppo di nuove manifestazioni o di manifestazioni già esistenti, di 700.000 euro fatturati per congressi e convention aziendali organizzate, l’utile di esercizio 2018 ante imposte è stato di 80.000 euro.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce dal garage con la Porsche e si maciulla una gamba: grave incidente per un assicuratore

  • Dramma nella Bassa: si è tolto la vita Stefano Farinazzo, sindaco di Casale di Scodosia

  • Tra incredulità e gioia: al ristorante Radici di Padova si presenta Martin Scorsese

  • Gioca 5 euro, ne incassa 500mila: colpaccio col "Gratta e Vinci" in provincia di Padova

  • Ristorante la sera, discoteca abusiva la notte: dopo il blitz stop ai balli

  • Gravissimo scontro tra un'auto e un camion: muore una donna di 52 anni

Torna su
PadovaOggi è in caricamento