Protezione Civile nelle piazze, per informare: torna anche a Padova "Io non rischio"

Sabato 12 ottobre dalle 9 alle 18, in piazza Antenore a Padova: l’iniziativa ha l’obiettivo di diffondere la cultura della prevenzione e della sensibilizzazione dei cittadini sul rischio idraulico del nostro territorio

Informare per prevenire: sabato 12 ottobre dalle 9 alle 18, in piazza Antenore a Padova, dieci volontari del gruppo provinciale di Protezione Civile parteciperanno alla campagna nazionale “Io non rischio”, promossa dal Dipartimento della Protezione Civile.

L'iniziativa

L’iniziativa ha l’obiettivo di diffondere la cultura della prevenzione e della sensibilizzazione dei cittadini sul rischio idraulico del nostro territorio. l’Italia è un paese esposto a molti rischi naturali, ma è vero che questi possono essere sensibilmente ridotti attraverso la conoscenza del problema, la consapevolezza delle possibili conseguenze e l’adozione di alcuni semplici accorgimenti. Dichiara Fabio Bui, presidente della Provincia di Padova: «Rivolgo un ringraziamento particolare ai volontari della Protezione Civile, perché sono sempre disponibili e continuano a svolgere un lavoro davvero insostituibile. Negli ultimi dieci anni abbiamo vissuto diversi momenti di emergenza e la Protezione Civile ha fatto capire a tutti quanto il volontariato di Protezione civile sia assolutamente determinante e adeguatamente formato».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Io non rischio"

"Io non rischio” si svolge nelle piazze di tutta Italia nel prossimo weekend e in altre piazze allestite durante l’anno nell’ambito di iniziative locali, workshop internazionali, convegni o eventi culturali. L’edizione 2019 coinvolge 5mila volontari appartenenti a 750 realtà associative, tra sezioni locali delle organizzazioni nazionali di volontariato, gruppi comunali e associazioni locali di tutte le regioni d’Italia. Spiega Vincenzo Gottardo, consigliere provinciale delegato: «In questi anni il contributo del volontariato di protezione civile è molto cresciuto e cambiato. Si è andati sempre più verso una maggior specializzazione dei compiti e delle competenze. Per questo il nostro impegno come Provincia negli ultimi anni è stato notevole, a partire dalle ingenti risorse impiegate per rinnovare la sede, fornire mezzi e attrezzature, realizzare una sala operativa all’avanguardia. Possiamo dire che la sede della Protezione Civile, dedicata alla sicurezza, alla gestione delle emergenze e al volontariato, è il cuore pulsante di un servizio che rappresenta il fiore all’occhiello per la Provincia di Padova». Sul sito ufficiale della campagna, www.iononrischio.it, è possibile consultare i materiali informativi su cosa sapere e cosa fare prima, durante e dopo un terremoto, un maremoto o un’alluvione. Per informazioni sulla piazza protezionecivile@provincia.padova.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in serata lungo la Pelosa: morti due padovani, un ferito grave

  • Violenta e lunga grandinata nel Padovano: chicchi grandi come noci e danni

  • Le acque del Bacchiglione restituiscono un corpo. Accanto l'auto abbandonata

  • Coronavirus, Navalesi: «In Veneto il virus è clinicamente morto, oggi il problema è sotto controllo»

  • Zaia: «Dal primo giugno via la mascherina. Si indossa solo quando serve»

  • Coronavirus, Zaia: «L'Azienda Ospedaliera di Padova? Nessuno mette in discussione Flor»

Torna su
PadovaOggi è in caricamento