Viabilità, si sblocca una nuova rotatoria nell'Alta Padovana: l'iter era fermo da sei anni

Firmato in Provincia il protocollo per la realizzazione di una rotonda a Grantorto tra la Strada Provinciale 27 “Giarabassa” e la Strada Provinciale 94 “Contarina”

Enoch Soranzo e Luciano Gavin firmano il protocollo per la realizzazione della nuova rotatoria a Grantorto

Un nuovo inizio. La Provincia di Padova riprende in mano l’iter per realizzare una rotatoria tra la Strada Provinciale 27 “Giarabassa” e la Strada Provinciale 94 “Contarina” nel Comune di Grantorto (località Due Albere) con l’obiettivo di migliorare la circolazione lungo le strade
provinciali. Il presidente Enoch Soranzo e il sindaco Luciano Gavin hanno firmato mercoledì 17 ottobre il protocollo d’intesa per far ripartire un’opera rimasta ferma al 2012.

Il progetto

Il progetto prevede una spesa di 400mila euro di cui 350mila sono cofinanziati dalla Provincia e 50mila euro verranno garantiti dal Comune per l’acquisizione delle aree utili a realizzare la rotatoria tra la Sp 27 e via Massimo D’Azeglio e la Sp 94 e via Muttirona. Il protocollo d’intesa stabilisce che la Provincia predisponga la progettazione delle opere e provveda all’appalto. Il Comune dovrà invece adeguare tutti gli strumenti urbanistici, procedere agli espropri e fornire le aree necessarie all’intervento. Resta a carico dell’amministrazione comunale la manutenzione dell’aiuola interna alla rotatoria, dei tratti di pista ciclabili e delle eventuali aree di viabilità dismesse trasformate in aree verdi. La Provincia, infine, apporrà l’apposita cartellonistica e segnaletica stradale.

«Opera fondamentale per il territorio»

Spiega Soranzo: «Abbiamo recuperato la progettazione di allora e l’abbiamo adeguata tramite un nuovo piano di fattibilità tecnica ed
economica. I soldi necessari sono già messi nel bilancio 2018-2020 e con questo accordo siamo in grado di definire, insieme al Comune di Grantorto, chi fa cosa. Procederemo spediti a sbloccare l’iter e far sì che anche questo nodo viario sia messo in sicurezza. La priorità di tutto il nostro mandato è stata quella di garantire ai cittadini che gli edifici, le scuole, le strade e i ponti di nostra competenza fossero
monitorati e sicuri. Abbiamo messo a bilancio i fondi e stiamo firmando tutti i decreti possibili in modo da assegnare un nome e un cognome ai cofinanziamenti che come Provincia stiamo erogando». Il sindaco Gavin commenta: «È un’opera da sempre ritenuta fondamentale per il nostro territorio, l’abbiamo fortemente voluta per la messa in sicurezza della viabilità che nel corso degli anni ha provocato numerosi incidenti anche mortali. Ancora una volta le sinergie messe in campo nei rapporti fra enti locali produrrà dei risultati concreti».

Potrebbe interessarti

  • Concerti, manifestazioni in piazza, sagre e feste in piscina: gli eventi del weekend a Padova

  • Pausini e Antonacci all'Euganeo, tutte le info utili: parcheggi, divieti, orari e navette

  • Anoressia: «Le cause della malattia una combinazione di fattori di rischio sia psichiatrici che metabolici»

  • Via Montà, lavori a tempo di record: strada riaperta con un giorno di anticipo

I più letti della settimana

  • Rubano, incidente nella notte: cinquantatreenne muore in sella alla sua moto

  • Schianto frontale tra auto e moto: centauro gravemente ferito, interviene l'elicottero

  • Concerti, manifestazioni in piazza, sagre e feste in piscina: gli eventi del weekend a Padova

  • Pausini e Antonacci all'Euganeo, tutte le info utili: parcheggi, divieti, orari e navette

  • Sfiora la morte per un attacco cardiaco: ciclista rianimato. Il testimone: «Grande solidarietà»

  • Maxi truffa in azienda: il falso corriere ritira 60mila euro di merce e sparisce

Torna su
PadovaOggi è in caricamento