Raccolta rifiuti porta a porta, a San Giuseppe e Porta Trento in arrivo i kit informativi

La novità parte il 1 giugno. Dopo la consegna dei volantini informativi via posta, a fine mese gli utenti riceveranno gli appositi bidoni forniti da AcegasAps

Saranno 5.600 le utenze coinvolte dal nuovo servizio, tra nuclei familiari ed esercizi commerciali, per un totale di 10.300 residenti. Cifra con cui in città si raggiungono le 105mila persone interessate dal porta a porta.

Il volantini informativi: in questi giorni nella posta

Prima fase, la consegna dei kit informativi. In questi giorni AcegasApsAmga sta recapitando agli utenti un vademecum con tutte le informazioni utili, che i cittadini troveranno nella cassetta della posta. Si compone di una lettera in diverse lingue che introduce al servizio, di una guida dettagliata su come esporre i bidoni e di un calendario con i giorni di raccolta per ogni tipologia di rifiuto. Il kit contiene anche l'elenco di tutti gli incontri in programma per spiegare ai residenti come funzionerà la raccolta, con alcune assemblee pubbliche (dal 10 aprile) e infopoint (dal 13 aprile). Da fine aprile verranno invece consegnati a domicilio i cinque contenitori per la differenziata e il calendario definitivo. Sul sito www.acegasapsamga.it sono disponibili tutte le informazioni.

💡 Guide utili, bidoni e informazioni

Come funziona

Niente più bidoni e campane in strada dunque: ogni casa singola, condominio e negozio avrà cinque bidoncini per vetro, platica e lattine, carta, umido e secco. Ogni giorno della settimana, a turno, sarà raccolto un solo tipo di rifiuto (ad esempio, la carta tutti i lunedì). Di giorno in giorno i cittadini dovranno quindi esporre in strada il contenitore giusto, negli orari specificati in calendario.

📍La mappa interattiva

I numeri

Due gli obiettivi della raccolta porta a porta promossa da AcegasApsAmga in sinergia con il Comune: aumentare la percentuale di raccolta differenziata in città, ora al 55%, e migliorarne la qualità. A Padova la percentuale di rifiuti destinata all'effettivo recupero è il 95%: una cifra che fa ben sperare e che grazie al servizio a domicilio è destinata a un ulteriore incremento.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Colpo grosso al centro commerciale: rubato materiale tecnologico per 30mila euro

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

Torna su
PadovaOggi è in caricamento