Quanto influisce il riscaldamento domestico sull'inquinamento? In corso l'indagine telefonica

Si tratta di un’indagine a campione che ha l’obiettivo di stimare il consumo di legna negli impianti domestici dell’area padana, con la relativa caratterizzazione delle diverse tipologie di dispositivi, di biomassa e delle pratiche di combustione per capire, tramite questi dati, quale sia il contributo del riscaldamento domestico a legna alle emissioni di polveri fini PM10 e PM2.5

Una semplice indagine: nei prossimi giorni a diversi cittadini della provincia di Padova potrà capitare di ricevere una telefonata con domande relative alle loro abitudini per quanto riguarda il consumo domestico di legna. La telefonata verrà effettuata da operatori di Demetra, un’azienda specializzata che è stata incaricata dall’Arpav, l’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale del Veneto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'indagine

Si tratta di un’indagine a campione, svolta nei territori di tutto il bacino padano, che ha l’obiettivo di stimare il consumo di legna negli impianti domestici dell’area padana, con la relativa caratterizzazione delle diverse tipologie di dispositivi, di biomassa e delle pratiche di combustione. Si intende cioè capire, tramite questi dati, quale sia il contributo del riscaldamento domestico a legna alle emissioni di polveri fini PM10 e PM2.5. I risultati andranno integrati con quelli ottenuti da un’analoga indagine svolta sempre nel bacino padano nel corso della scorsa primavera. L’indagine è una delle iniziative inserite all’interno del Progetto "Life Prepair", che ha come obiettivo la promozione di adeguate politiche per il miglioramento della qualità dell’aria, condivise a livello di Bacino Padano. Non a caso, l’indagine telefonica coinvolgerà cittadini che abitano nelle regioni Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto e Friuli-Venezia Giulia, nonché nella Provincia Autonoma di Trento (tutti partner del Progetto Prepair), oltre che residenti nella Provincia di Bolzano. I risultati ottenuti dall’indagine forniranno indicazioni importanti per implementare il bilancio energetico nel settore residenziale, attraverso la valutazione dell’apporto dato dai differenti vettori energetici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tutto quello che c'è da sapere sul coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • I familiari non riescono a contattarla: 55enne rinvenuta cadavere in casa

  • Boschi in fiamme sui Colli: i focolai rischiarano la notte. Pompieri al lavoro senza sosta

  • Buoni spesa, nel pomeriggio inizia la consegna a casa a chi ne ha diritto

  • Grigliata, musica e festa nonostante i divieti: intervengono le forze dell'ordine in via Trieste

  • 60enne padovano attraversa l'Italia in camion nonostante la positività al Coronavirus

Torna su
PadovaOggi è in caricamento