La chiesa della Salute torna a splendere: arrivano 65mila euro per il restauro

L'edificio religioso di Este, già in fase di ristrutturazione nella parte della copertura, vedrà il recupero anche di una tela di Antonio Zanchi finanziata da CaRiPaRo

“La presentazione di Maria al tempio”, la tela di Antonio Zanchi oggetto di restauro

Un gioiello culturale e religioso della cittadina sarà al centro di un progetto di ristrutturazione finanziato in parte dalla Regione Veneto e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo. I lavori alla chiesa della Beata Vergine delle Salute sono in corso dall'estate.

Il bando

Lo scorso luglio l'amministrazione comunale ha approvato il progetto definitivo per la manutenzione straordinaria della chiesa della Salute per restaurare e preservare l'importante patrimonio architettonico e pittorico. La copertura presentava infiltrazioni dovute al tempo e agli agenti atmosferici. Nel progetto era presente anche l'intervento di installazione di un sistema di controllo del microclima, per facilitare il mantenimento delle opere pittoriche presenti. L'importo complessivo dei lavori ammonta a 98.800 euro ed era stato richiesto un contributo alla Fondazione CaRiPaRo partecipando al bando per interventi di restauro su beni immobili di particolare rilevanza storico-artistica. Il progetto è stato ammesso tra quelli finanziabili e beneficerà di 49.400 euro di contributo; la parte restante sarà finanziata dal Comune.

Il dipinto

Oltre all'edificio è previsto lo specifico restauro di una tela dello Zanchi che si trova al suo interno. L'opera raffigurante “La presentazione di Maria al tempio” è un grande telero di 500x395 centimetri firmato "Ant.o Zanchi estense Pin.r 1700". É stata la prima opera realizzata dall'artista atestino del ciclo primo-settecentesco conservato nella chiesa. Il restauro della tela richiederà dodici mesi di lavoro, per una spesa preventiva pari a 25mila euro. La Regione Veneto ha scelto di contribuire a tale spesa con una somma di 15mila euro.

L'investimento complessivo

Dalla Fondazione CaRiPaRo il Comune ha invece ottenuto un co-finanziamento di quasi 50mila euro per interventi di manutenzione e messa in sicurezza del tetto. Si arriva dunque a 65mila euro, mentre i restanti 33.800 verranno investiti dall'amministrazione comunale. «La conservazione del patrimonio artistico di Este ci sta a cuore» afferma il sindaco Roberta Gallana «non solo per una salvaguardia fine a sé stessa, ma anche perché la buona manutenzione dei beni culturali è un dovere verso la città: la pubblica fruibilità delle opere, la loro valorizzazione e la promozione a fini culturali e artistici è un aspetto che non possiamo tralasciare».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dalle acque gelide affiora un corpo di uomo: i passanti notano la salma lungo la riva

  • Rotogal brucia: inferno di fuoco all'alba. Il sindaco: «State in casa», Arpav monitora l'aria

  • Centrato in pieno da un'auto mentre attraversa a piedi l'autostrada: morte sulla A4

  • Live maltempo: a Padova e provincia black out e rami caduti, Venezia in ginocchio

  • Cadavere nel parcheggio: fu arrestato per le spaccate, stroncato dalla droga

  • "Situazione meteo in peggioramento, allerta arancione per Bacchiglione e Brenta”: l’aggiornamento

Torna su
PadovaOggi è in caricamento