Via il passaggio a livello nell'Alta: incrementato il contributo per la definitiva eliminazione

La Giunta regionale ha approvato l’aggiornamento della convenzione per la soppressione del passaggio a livello di via Albere sulla tratta Cittadella-Camposampiero della linea ferroviaria Bassano-Padova

La Giunta regionale ha approvato venerdì 29 novembre (su proposta dell’assessore alle infrastrutture e trasporti della Regione del Veneto, Elisa De Berti) l’aggiornamento della convenzione con Rete Ferroviaria Italiana (Rfi) e il Comune di Santa Giustina in Colle per la soppressione del passaggio a livello di via Albere sulla tratta Cittadella-Camposampiero della linea ferroviaria Bassano-Padova.

Il provvedimento

Con il provvedimento viene rimodulato il contributo finanziario concesso al Comune di Santa Giustina in Colle: la Regione lo aumenta di 60 mila euro per permettere la copertura dei maggiori costi intervenuti in conseguenza delle modifiche progettuali apportate a seguito del parere di RFI sull’opera che riguardano, tra l’altro, la necessità di realizzare una protezione della sede ferroviaria nei tratti in cui scorre parallela alla viabilità comunale. Precisa l’assessore De Berti: «L’intervento, previsto nell’ambito del protocollo d’intesa per la soppressione dei passaggi a livello nel territorio Veneto firmato lo scorso anno con Rfi, prevede per l’appunto la realizzazione di una strada di collegamento tra via Albere e via Rio Bianco parallela al tracciato, che consentirà di sopprimere il passaggio a livello ubicato lungo la linea ferroviaria. Il nostro maggior contributo di 60 mila euro consentirà di raggiungere un più elevato livello di sicurezza, creando una barriera fisica tra la viabilità ferroviaria e la viabilità stradale nei tratti di particolare vicinanza. Mi auguro che ora si possa dare un rapido avvio ai lavori»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Bacchiglione restituisce un corpo: è la mamma di Bovolenta scomparsa lunedì

  • Cadavere lungo l'argine: il tragico gesto forse legato a problemi lavorativi

  • Piante "mangia-smog" per pulire l'aria malata: nella Bassa le prime coltivazioni di Paulownia

  • Dalle acque gelide emerge un cadavere: complesse le fasi dell'identificazione

  • Cadavere nel lago d'Iseo: è la giornalista Rosanna Sapori, per anni lavorò nel Padovano

  • Fiamme in una fabbrica della Bassa, fumo visibile a diversi chilometri di distanza

Torna su
PadovaOggi è in caricamento