Turismo estivo, Abano e Padova tra le Top 50 delle città con le strutture più prenotate

Confartigianato elegge le due città euganee tra le prima cinquanta a livello nazionale per presenze negli esercizi ricettivi. E il turismo è un’opportunità per 3.680 imprese artigiane

Uno spettacolare scorcio dei colli Euganei

Le strutture ricettive di Abano Terme e Padova sono tra le più gettonate (e di conseguenza prenotate) d'Italia. Lo sancisce l’osservatorio MPI di Confartigianato Imprese Veneto che le vede rispettivamente al 25esimo e 31esimo posto nella classifica guidata da Roma, Venezia e Milano. Un dato positivo anche per le migliaia di imprese a vocazione turistica del territorio.

Itinerari e pacchetti tutti da scoprire

«Quello turistico è un mercato in crescita a cui le nostre imprese guardano con interesse e a cui possono offrire prodotti e servizi di qualità, ad alto grado di personalizzazione e spesso caratteristici del Made in Italy tanto apprezzato dai turisti». Parola di Roberto Boschetto, presidente di Confartigianato Imprese Padova. Due i principali progetti di turismo esperenziale che l'ente porta avanti: il portale Discovering Artigianato e i Cofanetti del gusto. Il primo è un portale che attraverso degli “itinerari” (36 quelli già caricati e centinaia i luoghi e le botteghe segnalate) guida i turisti alla scoperta delle eccellenze dell’artigianato veneto. Il tutto caratterizzato da una navigazione che si adatta al punto di vista del visitatore, permettendo la consultazione sia per interessi (Arte, Natura, Gusto, Moda e Servizi alla persona), per scopo (business o tempo libero) che per provincia. I secondi sono cofanetti regalo (tipo smartbox) diffusi on line sui siti dedicati al turismo, e off line nel territorio regionale attraverso una rete di distribuzione, per suggerire degustazioni, produzioni artigianali, tipicità. Originalità del progetto è la compartecipazione delle aziende, che hanno formulato specifiche proposte.

Migliaia di attività coinvolte

Alla fine del primo trimestre 2019, le imprese artigiane venete a vocazione turistica sono 17.620, il 14% dell'artigianato veneto. Oltre ad alberghi, ristoranti e imprese dedicate all'alimentari (negozi, streetfood, produzione di prodotti tipici), ci sono anche imprese operanti nei trasporti, nell’abbigliamento e calzature, nella manifatturiera e nei servizi. Qualche esempio? Fotografia, cornici, gioielleria e bigiotteria, ceramica e vetro, lavorazione artistiche del marmo, del ferro, del rame e dei metalli, cure per animali domestici, centri benessere e palestre.

Patrimonio inestimabile

«Possediamo un patrimonio inestimabile da offrire al turista mondiale, ma senza la professionalità, l’intraprendenza, la voglia di investire nonostante i tempi difficili, il coraggio di rischiare dei nostri imprenditori, questi risultati non sarebbero arrivati» prosegue Boschetto «Il Veneto fa squadra e vince, gestendo un'fferta vastissima dal mare alla montagna, dal lago alle terme, dalle città d’arte ai parchi naturali, dai piccoli borghi storici alle offerte culturali».

I numeri

A confermarlo sono i numeri: Venezia è la seconda città più visitata dopo Roma in Italia, con 12 milioni 118mila presenze. Seguono le località di mare con Cavallino Treporti, Jesolo, San Michele al Tagliamento e Caorle tra i 6 e 4 milioni di presenze. Il lago di Garda schiera Lazise, Peschiera e Bardolino fra 3,5 e 2 milioni di presenze. Piazzamenti illusti per le padovane Abano Terme con 1 milione 949 mila e Padova con 1 milione 650 mila. Tutte località con dati in crescita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Top50 turismo-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in serata lungo la Pelosa: morti due padovani, un ferito grave

  • Le acque del Bacchiglione restituiscono un corpo. Accanto l'auto abbandonata

  • Zaia: «Dal primo giugno via la mascherina. Si indossa solo quando serve»

  • Coronavirus, Zaia: «L'Azienda Ospedaliera di Padova? Nessuno mette in discussione Flor»

  • Live - Sangue sulle strade. Arrestato l'ex vicepresidente del Padova. Rogo sui Colli

  • Riceve per sbaglio oltre 5.000 euro, e non li restituisce: denunciato per appropriazione indebita

Torna su
PadovaOggi è in caricamento