Flessibilità oraria, ma non solo: l'importante accordo tra la multiutility e i sindacati

L'accordo siglato tra Etra e le Rsu del Ccnl Utilitalia del settore Gas e Acqua prevede l’istituzione di diverse misure, tra cui la flessibilità oraria, la “banca ore” individuale e il Fondo ore etico solidale

Un nuovo importante accordo in materia di welfare è stato siglato tra la multiutility Etra e le Rsu del Ccnl Utilitalia del settore Gas e Acqua, che rappresentano la maggioranza dei lavoratori della società.

Flessibilità oraria e banco ore

L’accordo prevede l’istituzione di diverse misure, prima di tutto la flessibilità oraria: Etra vuole dare concreto impulso all’utilizzo di forme di lavoro flessibile, favorendo i lavoratori e migliorando il clima di lavoro e, conseguentemente, la qualità e la quantità della prestazione lavorativa. Si è stabilita dunque la possibilità, per il personale dipendente, di gestire gli ingressi e le uscite con orari flessibili, offrendo la possibilità di recuperare le ore mancanti al completamento dell’orario entro lo stesso mese solare di utilizzo della flessibilità. È stata istituita anche una “banca ore” individuale che permette ai lavoratori di utilizzare in tutto o in parte i recuperi maturati a fronte di prestazioni eccedenti l’orario di riferimento.

Fondo ore etico solidale

Nasce poi il Fondo ore etico solidale, un fondo destinato all’accantonamento di ore con finalità solidaristica: si tratta di un meccanismo che permette ad un lavoratore di cedere le proprie ferie a supporto di colleghi i cui giorni di ferie e permessi retribuiti siano esauriti e che si trovino in situazioni di necessità per importanti motivi, come ad esempio una malattia grave; in caso di assistenza a figli, componenti del nucleo famigliare e parenti di primo grado che per le particolari condizioni di salute necessitano di cure costanti; infine anche per far fronte a gravi esigenze familiari e personali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il commento

Commenta il Presidente del Consiglio di Gestione di Etra, Andrea Levorato: «Era atteso da anni questo accordo e finalmente con questa governance è arrivato. È un importante risultato che conferma l’attenzione di Etra per lavoratrici e lavoratori, ed è solo un primo nucleo di un welfare aziendale che potrà di certo svilupparsi ulteriormente. Grande l’impegno che tutte le parti coinvolte hanno investito per creare un momento di svolta nella fattiva collaborazione tra azienda e sindacato, che si impegnano quotidianamente per garantire la massima qualità in ogni tipologia di servizi all’utenza. Va letto come un segno di una società efficiente che ha saputo dare serenità e accrescere lo spirito collaborativo nel clima lavorativo». Si conferma tra l’altro il ruolo veramente attivo della Commissione Paritetica Bilaterale, che ha lo scopo di promuovere iniziative ed azioni positive per creare una effettiva parità di trattamento tra uomini e donne in azienda: a questa Commissione sono affidati, ad esempio, il monitoraggio e la verifica periodica dell’applicazione dell’accordo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto nella serata di domenica: morta una donna, centauro ferito

  • Gravissimo incidente nella serata: un decesso e due persone ferite nello schianto

  • Coronavirus, Zaia: «Ecco la nuova ordinanza con le riaperture del 25 maggio e del primo giugno»

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, Zaia: «Dal primo giugno non ci sarà più l'obbligo della mascherina all'aperto»

Torna su
PadovaOggi è in caricamento