Padova da Vivere

Padova da Vivere

Palazzo Angelo di Padova

La struttura risale alla fine del XV secolo. Nel Settecento il palazzo era la casa di Andrea Memmo, Procuratore di San Marco.

Egli fu il benefattore di Padova responsabile della trasformazione di Prato della Valle dall'area desolata e paludosa alla piazza monumentale - la più grande d'Italia e la seconda più grande d'Europa, dopo la Piazza Rossa.

Probabilmente l'amico Giacomo Casanova fu suo ospite; dalle finestre di questo Palazzo Giovanni Antonio Canal, meglio conosciuto come il Canaletto, creò una veduta panoramica del prato di fronte, verso la metà del Settecento, servendosi di una camera oscura. Dal 1998 l'ultimo piano di Palazzo Angeli è adibito a Museo del precinema ed espone la Collezione Minici Zotti.