Orrore all'Arcella: accoltellato alla gola e inseguito in strada da un minorenne armato

Tentato omicidio in mattinata con un 17enne che aggredisce una vicina di casa e un amico durante un litigio per futili motivi. L'aggressore ha inseguito la vittima fino in strada

É stato arrestato martedì mattina dagli uomini della questura di Padova un minorenne italiano accusato di tentato omicidio. I fatti si sono svolti nel quartiere Arcella dove al culmine di una lite il giovane ha colpito più volte con un coltello un quarantenne.

La vicenda

Tutto è iniziato attorno alle 9.10 quando un 44enne padovano, arrivato all'Arcella per fare visita a un'amica, ha notato fuori dal condominio dove risiede la donna una cassetta della posta divelta e poggiata a terra. Come racconta lui stesso, è poi salito in casa della coetanea, le ha segnalato il fatto e poco dopo entrambi hanno sentito alcuni rumori e schiamazzi in uno degli appartamenti dei piani inferiori. La donna ha riconosciuto il trambusto proveniente da una delle abitazioni del terzo piano, i cui inquilini erano già noti agli altri condomini per episodi di disturbo della quiete. I due amici sono scesi per verificare la situazione, accorgendosi a quel punto che anche la cassetta della posta della donna era stata danneggiata.

Il litigio e l'aggressione

La donna ha allora citofonato ai vicini per avere spiegazioni e al piano di sotto si sono presentati il minorenne, già gravato da precedenti penali e responsabile in passato di altri danneggiamenti nel condominio, e la madre. Con loro l'aggredito afferma di non aver mai avuto rapporti in precedenza, se non qualche sporadico cenno di saluto. É nato un violento diverbio, con il ragazzo che ha aggredito verbalmente la vicina di casa minacciando di metterle le mani addosso. Il 44enne, per evitare che il giovane colpisse l'amica, si è messo in mezzo. A quel punto il minore in preda all'ira ha estratto dalla tasca della felpa che indossava un coltello a serramanico, con cui ha cercato di colpirlo. Mentre l'uomo tentava di parare i fendenti il ragazzo ha mirato direttamente alla gola, ferendogli invece gravemente la mano sinistra, che la vittima aveva alzato nel tentativo di difendersi. L'aggredito è poi fuggito lungo la strada, cercando rifugio tra le auto in sosta mentre l'amica allertava la polizia. Il minore ha raggiunto l'uomo nel parcheggio condominiale, dove gli ha sferrato un altro fendente all'avambraccio.

L'arrivo della polizia

Dopo che la colluttazione si è spostata in strada, anche i numerosi passanti presenti hanno allertato la polizia allarmati dalle tracce di sangue disseminate sull'asfalto e tra le auto parcheggiate dove l'uomo cercava di ripararsi. Giunti sul posto, due agenti sono riusciti con difficoltà a bloccare e disarmare il ragazzo, mentre gli altri hanno soccorso il ferito, nascostosi dietro una macchina in attesa dei sanitari. Il minorenne, ammanettato, è stato portato in questura e arrestato per tentato omicidio. Ora si trova nel carcere minorile di Treviso dove resterà in attesa del processo. L'aggredito è stato immediatamente trasportato in ospedale, dove gli sono state diagnosticate lesioni guaribili in 15 giorni.

Potrebbe interessarti

  • Tre concorsi pubblici per 100 nuove assunzioni: ecco come iscriversi

  • I rimedi naturali per allontanare api, vespe e calabroni senza danneggiare l’ambiente

  • È vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

  • Pfas, prosegue il piano di screening: quasi 52.000 persone invitate e più di 31.000 visitate

I più letti della settimana

  • Impatto fatale sul guardrail tra i monti del Trentino: muore motociclista 33enne di Rubano

  • Si schiantano su un campo dopo lo scontro in autostrada: sei feriti di cui due gravi

  • Frontale tra due auto, una finisce nel fosso. Due feriti, donna elitrasportata

  • Schianto in superstrada: tre feriti, uno è grave. Sversamento di gasolio sulla carreggiata

  • Pompa l'acqua per annaffiare il prato, donna muore folgorata nel giardino di casa

  • Arresto cardiaco durante l'inaugurazione del "Pride Village": ricovero d'urgenza in ospedale

Torna su
PadovaOggi è in caricamento