Acque risorgive: partiti anche dal padovano i dipendenti per aiutare le montagne bellunesi

Acque Risorgive è stato tra i Consorzi di bonifica che da subito, conclusa l’emergenza maltempo sul nostro territorio, si è messo a disposizione per prestare aiuto

L’emergenza che ha richiamato nella montagna veneta duramente colpita dal maltempo di fine ottobre anche dipendenti e mezzi di Acque Risorgive, in particolare provenienti dall’area del camposampierese, sta per concludersi. Mercoledì le squadre intervenute a supporto della Protezione Civile in numerosi comuni bellunesi, tra cui Pieve di Livinallongo, Arabba, Rocca Pietore, Agordo e Colle Santa Lucia termineranno il loro servizio. Da giovedì torneranno a pieno servizio sul territorio padovano.

Consorzio

Acque Risorgive è stato tra i Consorzi di bonifica che da subito, conclusa l’emergenza maltempo sul nostro territorio, si è messo a disposizione per prestare aiuto alle popolazioni residenti nei territori montani. Il 3 novembre è partita una prima squadra composta in tutto da 22 uomini che è rimasta a lavorare fino al 7 novembre in comune di Livinallongo Col di Lana, in particolar modo nelle frazioni di Pieve di Livinallongo, Arabba, Cernadoi, Cherz, Agai, Andraz, Larzonei, Ruaz, Contrin e Corte. Domenica 11 novembre, è partita una seconda squadra, composta da 7 colleghi e tutt’ora all’opera nei comuni di Rocca Pietore, Agordo e Colle Santa Lucia e probabilmente nuovamente a Pieve di Livinallongo. Gli interventi sono consistiti in apertura strade (regionali, provinciali e comunali) da materiale legnoso e franato, trasporto presso area comunale di tetti in lamiera divelti, ripristini di strade franate, ripristini di torrenti, pulizia attraversamenti da materiale trasportato da frane, movimenti terra e materiali trasportati a valle dalle piene dei torrenti, spianamenti vari.

La soddisfazione

Il Presidente, Francesco Cazzaro, a nome di tutti, esprime l’orgoglio e rivolge al personale un ringraziamento per la disponibilità dimostrata nel dare una mano agli amici della montagna bellunese, in quelle località che molti hanno di sicuro conosciuto e frequentato durante qualche escursione o in periodi di ferie. Nei giorni scorsi anche il sindaco di Livinallongo del Col di Lana, Leandro Grones, intervistato telefonicamente durante una diretta sulla nota trasmissione di Radiodue Caterpillar, ha rivolto un ringraziamento ad Acque Risorgive per l’opera di soccorso prestata a favore della sua comunità.

Potrebbe interessarti

  • Tre concorsi pubblici per 100 nuove assunzioni: ecco come iscriversi

  • È vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

  • I rimedi naturali per allontanare api, vespe e calabroni senza danneggiare l’ambiente

  • Pfas, prosegue il piano di screening: quasi 52.000 persone invitate e più di 31.000 visitate

I più letti della settimana

  • Impatto fatale sul guardrail tra i monti del Trentino: muore motociclista 33enne di Rubano

  • Si schiantano su un campo dopo lo scontro in autostrada: sei feriti di cui due gravi

  • Frontale tra due auto, una finisce nel fosso. Due feriti, donna elitrasportata

  • Schianto in superstrada: tre feriti, uno è grave. Sversamento di gasolio sulla carreggiata

  • Pompa l'acqua per annaffiare il prato, donna muore folgorata nel giardino di casa

  • Arresto cardiaco durante l'inaugurazione del "Pride Village": ricovero d'urgenza in ospedale

Torna su
PadovaOggi è in caricamento