Rapina ed aggressione, profugo ghanese arrestato

Aveva colpito con un pugno il barista, fuga sventata dai Carabinieri

Profugo in manette. Nel tardo pomeriggio del 04.01.2018, i Carabinieri della Stazione di Agna (PD), a conclusione di una capillare ricerca per le vie del paese, hanno rintracciato e tratto in arresto il responsabile dell’aggressione avvenuta pochi minuti prima all’interno del bar “Sport” di piazza Roma, dove il titolare 56enne è stato rapinato e picchiato da uno sconosciuto.

I FATTI

I fatti sono avvenuti attorno alle ore 17.00, quando presso il noto esercizio pubblico si è presentato un uomo ad acquistare un biglietto dell’autobus di linea. Tra i due nasceva un acceso diverbio legato alla regolarità del titolo di viaggio, che il soggetto riteneva erroneamente non essere più valido, in quanto recante data antecedente a quella di emissione. Il gestore del bar tentava, vanamente, di spiegare all’esagitato cliente che il biglietto era effettivamente valido e che soltanto la data di obliterazione ne avrebbe sancito la scadenza. Improvvisamente, l’uomo afferrava dal bancone una scatola di snack in vendita al pubblico, del valore complessivo di 45,00 euro, quindi, al fine di guadagnare la fuga, sferrava un violento pugno al viso del barista, che rimaneva attonito dallo sconsiderato e inaspettato atteggiamento dello sconosciuto, il quale scappava a piedi per le vie del centro.

LA CATTURA

Sul posto interveniva immediatamente un equipaggio della Stazione Carabinieri di Agna (PD), che prendeva contezza degli accadimenti e della descrizione del responsabile della rapina. Veniva così organizzata un’imponente attività di ricerca, con l’ausilio di altre 4 pattuglie della Compagnia di Piove di Sacco (PD), che setacciavano capillarmente tutto il territorio. Le operazioni sortivano l’effetto sperato, quando proprio l’equipaggio dei Carabinieri di Agna (PD) notava il fuggivo a piedi in via Cona, mentre stava tentando di rendersi irreperibile. L’uomo veniva bloccato e condotto presso la locale Stazione dell’Arma dove, sottoposto a perquisizione, veniva trovato in possesso della scatola di snack asportata poco prima al bar “Sport”. Il gestore dell’esercizio si recava dapprima presso il pronto soccorso dell’ospedale civile di Piove di Sacco (PD), dove gli venivano diagnosticate “escoriazioni al mento”, giudicate guaribili in 3 giorni. Quindi, raggiunta la caserma di Agna (PD), la vittima riconosceva con certezza il responsabile dell’aggressione patita e le veniva pertanto restituito il maltolto.

LE GENERALITÀ

L’autore dell’increscioso episodio veniva identificato in AWUDULAI Farouk Omar, 21enne cittadino ghanese, senza fissa dimora, il quale veniva tratto in arresto nella flagranza dei reati di rapina e lesioni personali, quindi trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Piove di Sacco (PD), a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Tamponato dall'amico dopo la frenata improvvisa: motociclista di Este muore in Cadore

  • Cronaca

    Spaccata in Galleria Borromeo, la sesta in due mesi. Il titolare: "Cosa devo fare per difendermi, armarmi?"

  • Cronaca

    West Nile, non solo Cadoneghe: quattro nuovi casi registrati a Ferragosto nel Padovano

  • Cronaca

    Doppia rapina violenta con passamontagna e piede di porco: vittime minacciate e malmenate

I più letti della settimana

  • Anna Fasol è stata ritrovata a Roma: si chiude il caso della mamma di Cittadella scomparsa nel nulla

  • L'ingegner Maiorana, Università di Padova: “Molto plausibilmente il crollo è avvenuto a livello della pila centrale"

  • Una boccata d'ossigeno: la Regione Veneto 'sblocca' quasi 32 milioni di euro

  • Dramma nel fiume Brenta: muore annegato un giovane, un altro è ricoverato in ospedale

  • Tragedia nella notte: muore 16enne trafitto da un vetro che gli ha reciso l'arteria femorale

  • Lite per la tinta tra parrucchiera e cliente insoddisfatta che non vuole pagare: "Minaccia di radermi a zero!"

Torna su
PadovaOggi è in caricamento