Pacco sospetto, c'è una pistola nella posta: lo stabilimento si ferma. Poi la sorpresa

La polizia è intervenuta al Cmp di Poste Italiane dove uno scanner ha rilevato la presenza di un'arma dentro una busta in fase di spedizione. Una volta aperta, il colpo di scena

Attimi di tensione al Centro meccanizzato postale di Padova, dove è stata allertata la polizia per un pacco sospetto.

Il controllo con sorpresa

Erano le 21.25 di mercoledì quando alla centrale operativa è stata inviata una richiesta di aiuto da parte dei dipendenti del centro di smistamento della corrispondenza di Poste Italiane, dove ogni giorno transitano migliaia tra pacchi e missive. Quando sotto uno degli scanner è passato un pacchetto del peso di 120 grammi, l'addetto al controllo è rabbrividito. Il laser mostrava chiaramente la sagoma di un piccolo revolver.

Scampato pericolo

La polizia ha contattato il pubblico ministero di turno, che ha dato l'autorizzazione ad aprire la confezione. Una volta estratto il contenuto, nello stabilimento di via della Ricerca Scientifica tutti hanno tirato un sospiro di sollievo. Si trattava in realtà di un accendino, che simulava in tutto e per tutto le fattezze della pistola. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Colpo grosso al centro commerciale: rubato materiale tecnologico per 30mila euro

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

Torna su
PadovaOggi è in caricamento