Allenamenti in bicicletta? Zaia: «Non è consentito uscire dal comune di residenza»

Il governatore ha chiarito che al momento non è possibile allontanarsi dal comune di residenza o di dimora se non per comprovate esigenze e sempre utilizzando la mascherina

«Anche io ho la bicicletta, ma è ferma in garage. Ha i copertoni ancora nuovi». E' stato lo stesso Luca Zaia, presidente della Regione, a chiarire venerdì 1° maggio nel consueto punto stampa se i ciclisti amatoriali da lunedì 4 maggio potranno circolare liberamente e allenarsi fuori dal proprio comune. La risposta, con buona pace di chi sperava di avventurarsi lungo le strade dei Colli Euganei, è: «No».

In bici nel comune

A precisa domanda («Il popolo dei ciclisti chiede se da lunedì potrà spostarsi da comune a comune») il governatore ha laconicamente risposto: «Purtroppo no. Ce l'ho anche io la bicicletta, ha ancora i copertoni nuovi». In sostanza, sarà possibile fare attività motoria, e quindi utilizzare la bicicletta, ma entro i confini del proprio comune. E' invece consentito usare il mezzo a due ruote per chi dovrà muoversi per esigenze specifiche. In sostanza si potrà usare la bicicletta anche lontano dal comune di residenza solo per comprovate esigenze come ad esempio per andare a trovare i propri genitori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'ordinanza

Scorrendo l'ordinanza emanata proprio dalla Regione, nell'articolo 1 si legge: «E' consentito lo spostamento individuale per attività motoria e all'aria aperta, anche con la bicicletta o con altro mezzo, in tutto il territorio comunale di residenza o dimora, con divieto di assembramenti e obbligo di rispetto della distanza di 1 metro tra le persone salvo quelle accompagnate in quanto minori e non autosufficienti, utilizzando mascherina e guanti o garantendo l'igiene con idoneo liquido igienizzante». Resta quindi in vigore l'obbligo di utilizzo della mascherina anche se più di qualche ciclista, fermato in queste ore per un controllo, è stato rassicurato dalle forze dell'ordine che basta avere lo "scalda collo" a coprire la bocca nei momenti in cui si è da soli. Potranno invece allenarsi i professionisti con le modalità stabilite dal Governo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in serata lungo la Pelosa: morti due padovani, un ferito grave

  • Le acque del Bacchiglione restituiscono un corpo. Accanto l'auto abbandonata

  • Zaia: «Dal primo giugno via la mascherina. Si indossa solo quando serve»

  • Coronavirus, Zaia: «L'Azienda Ospedaliera di Padova? Nessuno mette in discussione Flor»

  • Live - Sangue sulle strade. Arrestato l'ex vicepresidente del Padova. Rogo sui Colli

  • Riceve per sbaglio oltre 5.000 euro, e non li restituisce: denunciato per appropriazione indebita

Torna su
PadovaOggi è in caricamento