Anziani a rischio, per gli over 75 nemico numero uno è solitudine

Secondo un'indagine eseguita a Padova nel secondo semestre del 2013, il 34,61% degli intervistati - ovvero 335 persone - hanno dichiarato di sentirsi soli e questo accade anche se hanno figli, fratelli, nipoti

Anziano

Per gli anziani padovani il nemico numero uno resta la solitudine, e il dato che colpisce è che, secondo un'indagine eseguita a Padova nel secondo semestre del 2013, questo accade anche se si tratta di persone con figli, fratelli o nipoti. "Dobbiamo scrivere una nuova storia per l'anziano fragile, non dobbiamo aspettare che finisca sui giornali", ha commentato l'assessore ai servizi sociali e alla famiglia dipalazzo Moroni Fabio Verlato.

BATTAGLIA CONTRO LA SOLITUDINE. Protagonisti dell'indagine sono i 10.709 over 75 che vivono soli: il 49% ha figli, 5.813 sono senza figli in città. Se si escludono le persone che usufruiscono già dei servizi comunali o che sono già prese in carico dai distretti territoriali, sono 2.666 gli anziani da intervistare, dell'età media di 81 anni. L'indagine ne ha raggiunti 968. Rimane sconosciuto quel 29% che i formatori non sono riusciti a contattare. "Purtroppo la solitudine è la patologia più importante e noi con questo welfare d'iniziativa cerchiamo di prevenire, di anticipare i bisogni" ha spiegato Verlato."Il 34,61%, ovvero 335 anziani hanno dichiarato di sentirsi soli. E nonostante la solitudine rimanga la patologia più grave – ha aggiunto l'assessore - 7.439 anziani della nostra città, over 60, godono della rete di sostegno informale partecipando alla "vita sociale" proposta dall'Amministrazione per la terza età: dai soggiorni climatici alle palestre, dalle iniziative organizzate all'aria aperta a incontri, conferenze, laboratori creativi".

I DATI. Dall'elaborazione dei 968 questionari somministrati, si rileva che il 93% vive nel proprio quartiere da più di 10 anni, l'85% vive a proprio agio e il 93% si trova bene nella propria abitazione. Relativamente alla conoscenza dei servizi territoriali, l'85% conosce i servizi sanitari e il 40% i servizi sociali. Il 71,9% è autonomo nello svolgimento delle attività domestiche e il 55,9% riesce a spostarsi, sempre autonomamente, da casa ad altri luoghi. Per quanto riguarda le fasce di bisogno, il 53% del campione non ha alcuna necessità, il 17% è in buone condizioni oggettive, il 18% presenta criticità nei livelli di autonomia ma condizioni di vita sufficienti, il 10% ha un elevato bisogno di supporto e l'1% si trova in condizioni di disagio grave.



 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Linea Verde fa tappa a Padova: il fiume Brenta e la zona del Piovese protagonisti su Rai 1

  • Cantine aperte, degustazioni, fiere, concerti e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Colpo grosso al centro commerciale: rubato materiale tecnologico per 30mila euro

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

  • Grande fiera nel pieno centro del paese: deviazioni per auto e bus

Torna su
PadovaOggi è in caricamento