Anziani volontari "assunti" per i permessi di soggiorno in questura

12 nuovi "nonni vigile" collaboreranno per attuare il progetto sperimentale per la gestione delle pratiche inerenti il rilascio/rinnovo dei titoli dei cittadini stranieri. Il Comune ha stanziato 18mila euro

Una dozzina di cittadini anziani volontari, praticamente dei "nonni vigile", saranno impiegati in questura per attuare un progetto sperimentale per la gestione delle pratiche inerenti il rilascio o rinnovo dei permessi di soggiorno dei cittadini stranieri.

LA COLLABORAZIONE. Per il progetto, il comune di Padova ha stanziato 18mila euro. I 12 volontari saranno individuati attraverso la pubblicazione di un avviso pubblico. La collaborazione prevede la raccolta e sistemazione della documentazione che i cittadini stranieri inviano per posta, in modo da razionalizzare la gestione delle procedure ed evitare doppioni contribuendo sensibilmente alla semplificazione delle procedure e al miglioramento dei servizi collegati alla questura, in particolare gli sportelli Cisi del Comune.

Potrebbe interessarti

  • I rimedi naturali per allontanare api, vespe e calabroni senza danneggiare l’ambiente

  • Pfas, prosegue il piano di screening: quasi 52.000 persone invitate e più di 31.000 visitate

  • Sempre più in alto: l'Università di Padova scala 15 posizioni nella classifica mondiale degli atenei

  • Formiche, i metodi naturali per allontanarle da casa

I più letti della settimana

  • Si ferma per far attraversare un pedone e viene centrato: muore un motociclista

  • Distrutte 200 vigne di prosecco: grave atto vandalico nella Bassa Padovana

  • Falciata da un'auto, si trascina a casa col bacino rotto: caccia al pirata della strada

  • Drammatico scontro tra un'auto e una moto: 28enne elitrasportato, è gravissimo

  • Schianto in superstrada: tre feriti, uno è grave. Sversamento di gasolio sulla carreggiata

  • Pompa l'acqua per annaffiare il prato, donna muore folgorata nel giardino di casa

Torna su
PadovaOggi è in caricamento