Appiani, giovani presi a botte dagli ultras per la kefiah

Il pestaggio sabato notte fuori dall'area spritz dei Bastioni. Tre ventenni picchiati da un gruppo di ultras del Padova calcio perché uno di loro portava il simbolo pro Palestina al collo. Polizia alla ricerca degli aggressori

Giovane con la kefiah

La kefiah che uno di loro portava al collo non è decisamente piaciuta a un gruppo di tifosi ultras del Padova calcio e, dopo uno scambio acceso di battute, per quattro amici che erano appena usciti dai Bastioni a prendere l'aperitivo, il sabato notte ha preso una brutta piega.

IL PESTAGGIO. Secondo quanto hanno riferito gli stessi aggrediti, il fatto sarebbe avvenuto in via 58esimo Fanteria, davanti allo stadio Appiani. Tre del quartetto di ventenni sarebbero stati presi a pugni dai tifosi. La miccia che avrebbe fatto scaldare gli animi oltremodo sarebbe stato il simbolo di solidarietà al patriottismo palestinese che in occidente identifica un'appartenenza politica all'opposto dell'estremismo di destra in cui solitamente si riconoscono gli ultras. A fare il resto, comunque, qualche bicchiere di troppo.

LE RICERCHE. I tre aggrediti hanno dovuto ricorrere alle cure del Pronto soccorso per contusioni ed escoriazioni al viso e al corpo guaribili in una settimana. Mentre sulle tracce dei colpevoli stanno indagando gli agenti della Digos che si avvarranno anche delle registrazioni delle telecamere della zona.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Tragico schianto sulla Piacenza-Brescia: muore autotrasportatore padovano

  • Tremendo frontale tra un'utilitaria e un camion, una donna muore nello schianto

  • Linea Verde fa tappa a Padova: il fiume Brenta e la zona del Piovese protagonisti su Rai 1

  • Cantine aperte, degustazioni, fiere, concerti e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Stragi del sabato sera, maxi servizio di repressione in provincia: più di 200 persone controllate

Torna su
PadovaOggi è in caricamento