L’Arca dona all’Azienda Ospedaliera uno specialista per le cardiopatie

L'associazione per il sostegno della ricerca sulle cardiopatie aritmiche ha messo a disposizione la somma necessaria, 80mila euro l'anno, per l'istituzione di un posto di dirigente medico specialista in cardiologia a Padova

Una speranza in più per i portatori di cardiopatie genetiche e per le loro famiglie, grazie ad una generosa donazione dell’Arca, Associazione ricerche cardiopatie aritmiche, all’Azienda Ospedaliera di Padova, che consente l’istituzione di un posto di dirigente medico specialista in cardiologia.

LA DONAZIONE. Sull’onda degli incoraggianti risultati della ricerca clinica e genetica nel campo delle cardiomiopatie aritmiche ereditarie, l’associazione ha donato la somma necessaria (circa 80mila euro l’anno) per l’assunzione di un cardiologo dedicato all’esame clinico e strumentale di giovani pazienti affetti da cardiopatie genetiche e allo screening clinico-molecolare dei loro familiari.

PATOLOGIA DELLA "MORTE IMPROVVISA": LA SCOPERTA DI GIOVANI RICERCATRICI PADOVANE

L’OBIETTIVO.  Il cardiologo specialista lavorerà presso il Centro clinico-genetico di cardiopatie aritmiche, creato a suo tempo dal professor Andrea Nava e composto attualmente dai professor Domenico Corrado e Barbara Bauce della Divisione di cardiologia diretta dal professor Sabino Iliceto. L’obiettivo del suo lavoro sarà quello di identificare portatori asintomatici e di mettere in atto misure per prevenire la morte improvvisa.

L’ARCA. L’Associazione donatrice è  un ente padovano senza finalità di lucro, con personalità giuridica riconosciuta dalla Regione Veneto, convenzionata con l’Università e l’Azienda Ospedaliera di Padova, è stata fondata nel 1994 per sostenere il gruppo di ricerca interdisciplinare dell’Università che opera nello studio e prevenzione delle cardiopatie a rischio di morte improvvisa nel giovane e nell’atleta. Il gruppo è composto dal professor Gaetano Thiene, responsabile della patologia cardiovascolare dell’Azienda Ospedaliera, e dai medici Cristina Basso, Alessandra Rampazzo, Gianfranco Buja, Domenico Corrado e Barbara Bauce, nonché da numerosi ricercatori universitari, medici ospedalieri, assegnisti di ricerca e rappresentanti di famiglie affette da cardiopatie ereditarie.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Truffarono, picchiarono e rapinarono un 80enne travestiti da vigile e idraulico: l'incubo è finito

  • Cronaca

    Terza spaccata in due settimane al Gino's: un accanimento che sa di beffa

  • Politica

    Chicco Contin: «Beppe Grillo a Padova? La battuta sulla tragedia che ha colpito i monti veneti è vergognosa»

  • Cronaca

    La tragedia di Martino, morto a 2 mesi cadendo dalle braccia del papà

I più letti della settimana

  • Grave incidente a Sant'Angelo: auto non frena la corsa e travolge una bici, morto 16enne

  • Donna investita dal treno, è grave ma fuori pericolo. Probabile il gesto estremo

  • La tragedia di Martino, morto a 2 mesi cadendo dalle braccia del papà

  • Molesta due donne: schiaffi e palpeggiamenti a una 19enne dopo le avances respinte

  • Colpito dalla sbarra di ferro in azienda: operazione d'urgenza per un operaio

  • Coppia barricata per sfuggire al molestatore: identificato dopo il video condiviso da Bitonci

Torna su
PadovaOggi è in caricamento