Resa dei conti per il violento: maltrattava i familiari, per lui si aprono le porte del carcere

Un cinquantenne residente in un comune della cintura urbana è stato condotto al Due Palazzi su disposizione del tribunale, che lo ha condannato per una serie di atti violenti

(foto: archivio)

Mercoledì i carabinieri hanno rintracciato e arrestato l'uomo nella sua abitazione di Selvazzano. Tredici anni fa si era reso protagonista di una serie di maltrattamenti in famiglia.

In cella dopo le violenze

Dopo le pesanti accuse che lo hanno portato davanti al giudice, la condanna è diventata definitiva per L.G., 53enne originario di Abano ma da anni residente a Selvazzano. Lì lo hanno rintracciato i militari, notificandogli il provvedimento che lo ha portato al Due Palazzi. Vi trascorrerà i prossimi due anni e sette mesi per rispondere delle violenze perpetrate nell'ambito familiare nel 2006.

Evasione

Pochi giorni fa i carabinieri di Abano avevano arrestato il 46enne Cris D'Angelo, già agli arresti domiciliari dove stava scontando un residuo di pena. Cercandolo per una verifica e non trovandolo nell'abitazione, sono scattate le ricerche concluse poco dopo con il ritrovamento dell'uomo poco lontano. Nuovamente arrestato per evasione, rischia un inasprimento della detenzione e potrebbe tornare in carcere.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Colpo grosso al centro commerciale: rubato materiale tecnologico per 30mila euro

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

Torna su
PadovaOggi è in caricamento