Dalle aggressioni a coltellate e bottigliate al lancio della fioriera: serata di terrore in pieno centro

Un tunisino è stato arrestato e un altro denunciato: tutto è partito dall'aggressione a un nordafricano da parte dei cugini del suo "fidanzato", contrari al loro amore

Una storia complicata, da raccontare nei minimi dettagli. E terminata con un arresto da parte della polizia per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e con una denuncia per rapina e lesioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I fatti

Tutto ha inizio alle ore 23.30 di sabato 10 agosto, quando in Prato della Valle un tunisino viene aggredito e derubato (del telefonino e di 80 euro) dai cugini del "fidanzato", contrari alla loro storia d'amore. Il nordafricano scappa verso via Umberto I ma viene nuovamente raggiunto da uno degli aggressori e ferito al braccio con un coltello. La fuga del tunisino termina al Bassanello, dove viene soccorso dal personale del Suem 118 e portato in ospedale con una prognosi di 15 giorni, ma c'è un primo colpo di scena: nel frattempo uno dei suddetti cugini del fidanzato viene a sua volta aggredito - sempre in via Umberto I - da uno sconosciuto e preso a bottigliate in testa. Anche lui, dunque, finisce in ospedale (8 giorni di prognosi), dove accade un altro fatto imprevisto: al pronto soccorso arriva un terzo tunisino, anch'egli ferito, il quale voleva scagliarsi nuovamente contro il primo connazionale e che per la rabbia ha provato a lanciare una fioriera contro una vetrata. A scongiurare il tutto ci hanno pensato i poliziotti, che lo hanno bloccato appena in tempo: nell'occasione uno degli agenti è anche rimasto ferito, riportando una prognosi di 5 giorni. Risultato finale: il nordafricano resosi protagonista della "scenata" in ospedale è stato arrestato, mentre l'aggressore dell'omosessuale è stato denunciato. Postilla extra: tutti e tre i protagonisti della vicenda sono irregolari, e quindi lunedì l'ufficio immigrazione deciderà la loro "sorte".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Live - In serata morto un 47enne. Ripartenza, tornano i pranzi sui colli

  • Gravissimo incidente nella serata: un decesso e due persone ferite nello schianto

  • Tragico schianto nella serata di domenica: morta una donna, centauro ferito

  • Coronavirus, Zaia: «Dal primo giugno non ci sarà più l'obbligo della mascherina all'aperto»

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

Torna su
PadovaOggi è in caricamento