Raffica di controlli anti droga: centro commerciale accerchiato e cinofili in azione

Espulsioni, daspo urbani, più di un centinaio di persone identificate in strada e nei locali. Notte di intenso lavoro per la polizia, che ha sequestrato diversi grammi di droga

Uno dei cani anti droga in forza alla polizia

Task force della polizia in campo per tutta la notte tra martedì e mercoledì. Gli agenti della questura, con il supporto del Reparto prevenzione crimine, della scientifica, dei cinofili e della polizia locale sono tornati a pattugliare le zone note per i fenomeni di spaccio e piccola criminalità. Il bilancio è di un arresto e cinque denunce a fronte di 107 identificati e 33 veicoli controllati.

Il cuore dello spaccio in quartiere

Martedì sera i pattugliamenti si sono concentrati sull'Arcella, in particolare nell'area attorno al centro commerciale San Carlo che è stato circondato da poliziotti in divisa e in borghese. A incappare nelle verifiche è stata la coppia formata da un 28enne marocchino e un minorenne nato il Libia. Bloccati in fuga, entrambi avevano addosso gli strumenti tipici dello spacciatore. Il maggiore aveva 1,15 grammi di cocaina già divisa in dosi pronte da vendere e 6 grammi di hashish, oltre a uno spray urticante, oggetti per confezionare lo stupefacente e 240 euro in contanti. Il minore aveva invece 20 euro e 22 grammi di hashish. Identificati e fotosegnalati, il marocchino K.K. È stato arrestato, mentre il più giovane è stato denunciato e affidato a una comunità. Nel frattempo il cane antidroga ha fiutato nel parcheggio del centro commerciale circa 17 grammi di hashish, abbandonati dai pusher tra le piante del parco per non essere scoperti.

Armi, furti e verifiche nei locali

Dopo il raid all'Arcella i controlli si sono spostati tra la stazione, i giardini dell'Arena e la Stanga. Lungo il Piovego i cinofili hanno recuperato altri 24 grammi di marijuana e hashish, mentre i colleghi hanno passato al setaccio sei locali noti per essere meta di sbandati e delinquenti. In particolare all'interno di un fast food che vende kebab in via Grassi sono stati identificati tre stranieri. A poca distanza un 40enne friulano è stato scoperto insieme a un gambiano con il permesso di soggiorno scaduto mentre rubavano una bicicletta con alcuni arnesi appositi. Stessa sorte per un 36enne ghanese controllato in piazza Bardella con altri cinque stranieri. Erano tutti regolari, ma l'uomo aveva con sé senza motivo un lungo coltello che gli è valso la denuncia.

Espulsioni e daspo

Sette stranieri sono finiti in questura: tre sono stati trattenuti per verificare se potranno restare in Italia, altri quattro hanno invece ricevuto il decreto di espulsione. Due gli uomini per i quali è stato emesso un daspo urbano: mendicati sorpresi più volte a elemosinare in modo insistente in stazione, un 53enne marocchino e un 31enne romeno dovranno allontanarsi dalla città.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa del Salone, incontri, fiere, mercatini e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Blocco del traffico, come funziona: il vademecum con tutte le informazioni utili

  • Giro d'Italia: la tappa del 22 maggio 2020 avrà l'arrivo a Monselice

Torna su
PadovaOggi è in caricamento