Sorpreso a spacciare al centro commerciale, nasconde in bocca le dosi di droga

Un quarantenne straniero è finito in arresto durante un controllo all'Ipercity. Denunciati, nell'ambito di altri due diversi servizi, tre giovanissimi e due ragazzi tunisini

I carabinieri nel corso di un controllo all'Ipercity

Ha dato appuntamento al cliente nel bel mezzo del parcheggio dell'Ipercity di Albignasego, dove a osservare la compravendita c'erano però i carabinieri. É così finito in manette per spaccio Imed Toujani, 40enne tunisino.

Il blitz all'Ipercity

L'uomo, che risiede regolarmente a Casalserugo, è stato notato nel tardo pomeriggio di mercoledì da una pattuglia mentre scambiava fugacemente un piccolo involucro con un uomo italiano. Gesti inequivocabili, che hanno spinto i militari a fermare immediatamente i due individui. Mentre il cliente 44enne consegnava subito la dose da mezzo grammo di cocaina appena acquistata, addosso al pusher sono stati trovati 150 euro, prova dell'attività illecita. Ma una più accurata perquisizione ha permesso di scoprire anche dell'altra droga, 0,7 grammi, che il nordafricano aveva nascosto in bocca per evitare di essere scoperto. Tentativo fallito, perché Toujani è stato arrestato. Il provvedimento è stato poi convalidato giovedì al termine del processo per direttissima.

Perquisizione con sorpresa

Un altro tunisino è stato denunciato mercoledì, anch'egli con l'accusa di detenzione a fini di spaccio. A inguaiarlo è stata una perquisizione domiciliare da parte dei carabinieri di Prato della Valle, che ha permesso di sequestrare 18 grammi di hashish, un bilancino di precisione e 160 euro. Il controllo, disposto dalla procura di Padova nei confronti del 19enne S.R. che risiede in città, ha visto partecipare anche un'unità cinofila del nucleo di Torreglia. Nell'appartamento è poi stato trovato anche un secondo tunisino senza fissa dimora, che aveva con sé poco meno di due grammi di hashish e 450 euro, anch'egli colpito da denuncia.

Minorenni nei guai

Sono invece tre giovanissimi ad aver ricevuto un'analogo provvedimento da parte dei carabinieri di Campodarsego. Mercoledì pomeriggi i militari hanno controllato il parco pubblico di via Petrarca, soffermandosi sul gruppetto di adolescenti. I tre, il 18enne P.M., un 17enne e un 16enne, avevano addosso 5 grammi di marijuana e due bilancini di precisione. Oggetti che non potevano essere ricondotti al semplice consumo personale e che sono valsi loro una denuncia in concorso.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Tragico schianto sulla Piacenza-Brescia: muore autotrasportatore padovano

  • Tremendo frontale tra un'utilitaria e un camion, una donna muore nello schianto

  • Linea Verde fa tappa a Padova: il fiume Brenta e la zona del Piovese protagonisti su Rai 1

  • Cantine aperte, degustazioni, fiere, concerti e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Stragi del sabato sera, maxi servizio di repressione in provincia: più di 200 persone controllate

Torna su
PadovaOggi è in caricamento