Lacrimogeni illegali e ubriachi da record: arresto e denuncia dopo i controlli

Due uomini, un nordafricano e un padovano, sono stati rispettivamente arrestato e denunciato sulle strade del quartiere Torre e nelle campagne del comune di Terrassa

La bomboletta di spray sequestrata

Un arresto e una denuncia nella giornata di mercoledì, quando un tunisino si è visto ammanettare per porto abusivo e un italiano deve rispondere di guida in stato di ebbrezza.

Spray illecito

Sono le 17.30 quando una pattuglia del Nucleo radiomobile di Padova ferma in via Torre un'utilitaria con a bordo due tunisini. Verificati i documenti degli occupanti, addosso al 35enne Fedi Fahrhati è stata trovata una bomboletta di spray antiaggressione. Non un semplice prodotto per l'autodifesa, ma un flacone di gas lacrimogeno in dotazione alle forze dell'ordine di cui è vietata la vendita al pubblico. Interrogato su come se lo fosse procurato, non ha saputo rispondere ed è stato arrestato.

Tasso alcolemico alle stelle

Qualche ora dopo i carabinieri di Terrassa Padovana hanno invece alzato la paletta fermando la Volkswagen Polo di un 54enne padovano lungo via Maran, in località Arzercavalli. L'uomo alla guida ha subito mostrato segni di alterazione, spingendo i militari a sottoporlo ad alcoltest. Il motivo è stato presto chiaro: l'etilometro ha segnato un valore di 2,62 g/l, quasi sei volte sopra al limite consentito. Immediata la sospensione della patente, con conseguente sequestro del veicolo e denuncia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa del Salone, incontri, fiere, mercatini e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Giro d'Italia: la tappa del 22 maggio 2020 avrà l'arrivo a Monselice

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

Torna su
PadovaOggi è in caricamento