Picchia la moglie e i figli che la difendono. In una notte emergono anni di violenze

É stato arrestato e non potrà avvicinarsi a moglie e figli il cinquantenne ammanettato la notte tra martedì e mercoledì nella Bassa. Il fermo dopo l'ennesima sfuriata verso la donna

Ha brutalmente picchiato la compagna e nemmeno l'intervento dei due figli adolescenti ha smorzato la sua ira. É finito in arresto con la pesante accusa di maltrattamenti in famiglia un 55enne cinese, regolarmente residente a Montagnana.

La lite e il pestaggio

Decisiva per le sorti della famiglia di origine asiatica è stata la notte tra martedì e mercoledì. Nel loro appartamento è scoppiata una furiosa lite fomentata dall'uomo che si è scagliato contro la moglie, una connazionale di 51 anni. In soccorso della donna, dolorante e atterrita, sono intervenuti i due figli della coppia, un ragazzo e una ragazza. Si sono messi in mezzo, contrastando fisicamente il padre che ha però brutalmente percosso anche loro. Nel frattempo sul posto è arrivata una pattuglia dei carabinieri di Santa Margherita d'Adige che, trovandosi davanti la straziante scena, ha chiesto l'arrivo di un'ambulanza.

I feriti e il processo

Immediato il fermo del 54enne S.H. (le cui generalità complete non vengono diffuse per salvaguardare la privacy delle vittime ndr), mentre moglie e figli venivano soccorsi dal Suem e medicati. Tutti hanno riportato diverse escoriazioni e lividi, che guariranno in una decina di giorni. Meglio è andata al padre, che ha rimediato solo qualche graffio a una mano ed è stato trasferito nel carcere di Rovigo in attesa del processo per direttissima. Il rito, che ha visto l'uomo in aula giovedì, ha convalidato l'arresto e disposto la sua scarcerazione. É dunque libero, ma è stato colpito da un divieto di avvicinamento alla casa di famiglia e ai parenti.

Un calvario lungo anni

Della sua condotta è stato informato anche il consolato cinese, poiché le indagini hanno portato a scoprire che quello di martedì sera non è stato un episodio isolato. Le vittime hanno infatti raccontato agli inquirenti che le violenze da parte del 55enne andavano avanti ormai da anni con pestaggi, umiliazioni e vessazioni fisiche e psicologiche che moglie e figli non avevano mai avuto il coraggio di denunciare. Per sostenerli si sono attivati i servizi sociali del Comune di Montagnana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dalle acque gelide affiora un corpo di uomo: i passanti notano la salma lungo la riva

  • Rotogal brucia: inferno di fuoco all'alba. Il sindaco: «State in casa», Arpav monitora l'aria

  • Live maltempo: a Padova e provincia black out e rami caduti, Venezia in ginocchio

  • Cadavere nel parcheggio: fu arrestato per le spaccate, stroncato dalla droga

  • Tir sbaglia la curva e si inclina pericolosamente sopra il Muson (Video)

  • La Jaguar dà nell'occhio: il cane fiuta la coca, in casa del 70enne un bazar della droga

Torna su
PadovaOggi è in caricamento