Muore d'infarto a 44 anni: i carabinieri arrestano il pusher che ha ceduto la cocaina

Dopo il ritrovamento del cadavere, i carabinieri hanno individuato lo spacciatore che ha venduto la dose letale alla vittima. Era consapevole di vendere droghe pericolosissime

Vendeva stupefacente potenzialmente letale. Ne era consapevole e non ha mai fatto nulla per limitarne i rischi. Questa la pesantissima accusa a carico di un 32enne marocchino arrestato lunedì pomeriggio. É ritenuto colpevole della morte di un 44enne, stroncato da un arresto cardiaco dopo aver assunto della cocaina.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Il video dell'operazione

La morte

Una vicenda terribile e un'indagine complessa, avviata il 24 giugno 2017 all'indomani del decesso, improvviso e inspiegabile, di un uomo di Monselice. Quel giorno i parenti, non vedendolo arrivare al lavoro, lo avevano cercato facendo la tragica scoperta: il 44enne giaceva sul divano di casa ormai senza vita, inutili i soccorsi. Nell'appartamento nessun segno di effrazione, sul corpo nessuna violenza. Tutto faceva pensare a un malore, ma l'autopsia ha fatto emergere ben altra verità.

Le indagini

Gli esami tossicologici hanno dato la conferma: l'uomo è morto per un infarto causato da un'intossicazione da cocaina. Le indagini dei carabinieri di Abano hanno ricostruito le ultime ore di vita del 44enne: la sera prima aveva acquistato della droga uno straniero, consumata durante la serata passata in alcuni locali e al rientro a casa. Il giorno successivo c'è stato il tragico rinvenimento.

Il pusher in manette

Le analisi della cocaina trovata nel corpo dell'uomo e dei suoi spostamenti hanno permesso di identificare il pusher 32enne, noto spacciatore attivo tra Padova e Monselice e tristemente famoso per vendere droga di pessima qualità. Molti i clienti che lamentavano stupefacenti “tagliati” con sostanze pericolose, che si sono sentiti male dopo l'assunzione. Lo spacciatore ne era consapevole e questo atteggiamento spregiudicato gli è costato, oltre all'accusa di spaccio, anche quella di morte come conseguenza di altro delitto. Regolare e incensurato, è stato arrestato e portato in carcere.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Il maggiore Marco Turrini della compagnia di Abano Terme parla delle indagini

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il trattore trancia un tubo di gasolio: la perdita fa scoprire l'allacciamento abusivo

  • Esce dal garage con la Porsche e si maciulla una gamba: grave incidente per un assicuratore

  • Gioca 5 euro, ne incassa 500mila: colpaccio col "Gratta e Vinci" in provincia di Padova

  • Gravissimo scontro tra un'auto e un camion: muore una donna di 52 anni

  • Tragedia sulle montagne trentine: morti due scalatori padovani

  • Tragedia al Portello: dalle acque del Piovego affiora un cadavere

Torna su
PadovaOggi è in caricamento