Donna rapinata sui Colli: con il marito insegue il bandito, lui li minaccia con un mattone

Scena da film con rapina, inseguimento e minacce. Un giovane straniero è stato arrestato al termine di una rocambolesca fuga dopo aver gettato a terra una donna per derubarla

I carabinieri lungo la strada di campagna teatro della rapina. A destra, il cellulare rubato e il coltello sequestrato

Si è trasformata in un incubo la passeggiata sui Colli di una 57enne di Bastia. Rapinata, è riuscita a inseguire il bandito con un conoscente e il marito vedendosi minacciare con un grosso mattone prima che lo arrestassero.

L'agguato

Alle 16.30 di lunedì la donna è uscita per una breve camminata lungo lo sterrato di via Monte Cereo. Costeggiando il bosco, ha approfittato per scambiare quattro chiacchiere al telefono con un'amica. Non ci ha nemmeno fatto fatto caso quando un giovane africano l'ha sorpassata in bicicletta. Lui invece ha notato lei e pochi metri dopo ha invertito la marcia. L'ha colta alla sprovvista, spingendola a terra e rubandole il telefonino prima di scappare verso il paese.

L'inseguimento

La donna non si è persa d'animo e appena ha incrociato un conoscente in auto lo ha fermato. Gli ha spiegato la situazione e si sono lanciati all'inseguimento. Nel frattempo l'amica che era al telefono, capendo la situazione, ha chiamato il marito della 57enne che a sua volta è partito in auto da Bastia per raggiungere la moglie e cercare di fermare il ladro.

Le minacce

Lo hanno intercettato alle porte del paese, circondandolo. L'africano per tutta risposta ha gettato a terra un coltello da cucina e ha raccolto un mattone, minacciando di colpirli e riuscendo così a riprendere la fuga. Fuga durata meno di un chilometro, perché davanti alla chiesa ha trovato i carabinieri di Bastia allertati dalla vittima. Ammanettato, Hassan Jallow è stato condotto in caserma.

Le accuse

É accusato di rapina, minacce aggravate e porto ingiustificato per via del coltello che aveva con sé. Deve poi rispondere di ricettazione, perché la mountain bike da mille euro su cui viaggiava era stata rubata un'ora prima nel centro di Bastia. Mentre proseguono gli accertamenti per addebitargli anche il furto, la 57enne ha avuto indietro il telefonino e non è dovuta ricorrere a cure mediche.

La condanna

Jallow, 22enne gambiano richiedente asilo che vive a Teolo, pregiudicato, martedì mattina è stato giudicato per direttissima. Convalidato l'arresto, il giudice ha disposto l'obbligo di firma tre volte a settimana fino al 10 settembre, data in cui è stata fissata la nuova udienza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dalle acque gelide affiora un corpo di uomo: i passanti notano la salma lungo la riva

  • Rotogal brucia: inferno di fuoco all'alba. Il sindaco: «State in casa», Arpav monitora l'aria

  • Centrato in pieno da un'auto mentre attraversa a piedi l'autostrada: morte sulla A4

  • Live maltempo: a Padova e provincia black out e rami caduti, Venezia in ginocchio

  • Cadavere nel parcheggio: fu arrestato per le spaccate, stroncato dalla droga

  • "Situazione meteo in peggioramento, allerta arancione per Bacchiglione e Brenta”: l’aggiornamento

Torna su
PadovaOggi è in caricamento