Arrestato l'imprenditore dello spaccio: disoccupato con frotte di clienti e guadagni folli

I carabinieri di Battaglia e Monselice hanno arrestato un 51enne padovano, vertice di un traffico di hashish e cocaina nella Bassa. Incontrava decine di clienti al giorno nei locali

È finito in carcere al Due Palazzi il 51enne atestino arrestato dai carabinieri della compagnia di Abano Terme al termine di una lunga indagine che ha portato a galla un impressionante traffico di droga in provincia.

Il re del traffico nella Bassa

L'"imprenditore dello spaccio" era il veicolo di accesso allo sballo per migliaia di clienti, alcuni anche molto facoltosi, nel giro della "bella vita" della Bassa padovana. 51 anni, originario di Este, Luca Banzato era da tempo tenuto sotto controllo dai militari che, seguendo le decine di scambi di stupefacenti e denaro quotidiano con i suoi clienti, hanno dimostrato come l'uomo avesse messo in piedi una vera e propria attività imprenditoriale illecita. Un lavoro in tutto e per tutto, per lui che di fatto risulta da tempo disoccupato e per giunta senza casa, tanto che arrivava a cedere delle dosi in cambio dell'usufrutto temporaneo di abitazioni e appartamenti. Migliaia di contatti in tutta la zona della bassa provincia, altrettante dosi di hashish e cocaina di qualità eccellente, le compravendite fuori dai locali alla moda per fidelizzare i clienti abituali e procacciarne di nuovi con il passaparola. Un'organizzazione oliata e un giro d'affari da 100mila euro che gli sono costati un'ordinanza di custodia cautelare e il conseguente arresto.

L'arresto

Dimostrati suoi traffici illeciti e ottenuto l'ordine di carcerazione dalla procura, i carabinieri di Battaglia Terme e Monselice hanno ammanettato il 51enne con l'accusa di detenzione continuata ai fini di spaccio, trasferendolo al Due Palazzi dove resterà a disposizione del giudice. Le indagini proseguono per capire dove e da quali grossisti l'uomo si rifornisse, vista l'ottima qualità dello stupefacente smerciato.

marco turrini-2

La lotta alla droga nella Bassa

Quella culminata con l'arresto di Banzato non è la prima della maxi operazioni anti droga condotte dalla compagnia di Abano sotto la guida del neo promosso tenente colonnello Marco Turrini. "Officina criminale" ha portato all'arresto di sei narcotrafficanti, membri di un'organizzazione italo-albanese che riforniva di cocaina purissima ampie zone della provincia e ha impegnato gli inquirenti per oltre un anno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piante "mangia-smog" per pulire l'aria malata: nella Bassa le prime coltivazioni di Paulownia

  • Il Bacchiglione restituisce un corpo: è la mamma di Bovolenta scomparsa lunedì

  • Cadavere lungo l'argine: il tragico gesto forse legato a problemi lavorativi

  • Dalle acque gelide emerge un cadavere: complesse le fasi dell'identificazione

  • "L'alligatore", lunedì 27 iniziano le riprese della serie tv Rai: le vie e le piazze interessate

  • Frontale tra due automobili: un'utilitaria finisce nel fossato, automobilista intrappolato

Torna su
PadovaOggi è in caricamento