Dal tentato incendio alle pompe di benzina alle violenze su una cinquantenne: tunisino arrestato

Ha mandato all'ospedale una donna procurandole fratture allo zigomo e a una mano: il 28enne era già noto ai carabinieri in quanto nel gennaio di quest'anno aveva cercato di dare fuoco a delle pompe di benzina

I carabinieri al distributore dopo il tentato incendio di gennaio

La vessava dal settembre del 2018. E in occasione dell'ultimo litigio le ha causato fratture multiple: un 28enne tunisino è stato arrestato per violenze personali.

I fatti

Vittima dei suoi soprusi una cinquantenne padovana, che nella notte tra venerdì 12 e sabato 13 luglio è arrivata all'ospedale di Padova con fratture allo zigomo e a una mano dopo l'ennesimo litigio col nordafricano. Il quale non solo la perseguitava da quasi un anno, ma era anche già noto alle forze dell'ordine in quanto nel gennaio di quest'anno aveva cercato di dare fuoco a delle pompe di benzina a Chiesanuova. Dopo l'ultima aggressione alla donna il tunisino è stato rintracciato e arrestato dai carabinieri.

Potrebbe interessarti

  • Via libera all'assunzione di 500 giovani medici: la rivoluzionaria scelta della Regione Veneto

  • Tumori, scoperto il meccanismo per il controllo della proliferazione cellulare

  • Ferragosto da bollino rosso sulle autostrade venete: giorni di traffico intenso

  • Al top in Italia e nel mondo: Università di Padova al 160esimo posto su 20mila atenei valutati

I più letti della settimana

  • Terribile frontale auto-moto, gamba amputata per i due centauri padovani: sono in pericolo di vita

  • Decide di farla finita lanciandosi dal terzo piano di un hotel del centro: tragico suicidio a Padova

  • Ferragosto di sangue: lo schianto in autostrada è violentissimo, muore a 22 anni

  • Fermata e soccorsa mentre corre nuda in centro a Padova: «Sono sonnambula»

  • Tentato stupro vicino alla sagra: strattonata e trascinata da due uomini verso un vicolo

  • Drammatico incidente stradale nella Bassa: 36enne muore in ospedale per le gravi lesioni subite

Torna su
PadovaOggi è in caricamento