Campo nomadi di via Bassette, nuovo blitz dopo appena una settimana dal precedente

Mercoledì le forze dell'ordine sono tornate per un nuovo controllo. Emessi dal questore di Padova due fogli di via obbligatori nei confronti di una coppia di coniugi con precedenti

I controlli della polizia al campo nomadi di via Bassette

A distanza di appena una settimana dal precedente, le forze dell'ordine hanno eseguito un nuovo controllo, mercoledì, nel campo nomadi di via Bassette a Padova. L’attività è iniziata alle 15 del pomeriggio, da parte di polizia di Stato, carabinieri, polizia locale, scientifica, pattuglie di rinforzo del reparto Prevenzione crimine del Veneto, da un contingente del II Reparto Mobile e da un’unità cinofila.

CONTROLLI SULLE PERSONE. Una volta entrati, gli agenti hanno rintracciato 31 persone, suddivise in 11 nuclei familiari, alcune nel cortile, altre all’interno dei camper. Tutti i presenti sono stati identificati e le generalità controllate nella banca dati interforze. Due coniugi di origine bosniaca, entrambi di 39 anni, sono stati accompagnati in Questura in quanto risultati non residenti a Padova. Dagli ulteriori approfondimenti è emerso che i due avevano a loro carico diversi precedenti penali, perlopiù legati a reati contro il patrimonio e la persona e che in più occasioni avevano fornito false generalità per eludere i controlli delle forze dell’ordine. Appurata la loro pericolosità sociale, sono stati entrambi destinatari del foglio di via obbligatorio emesso dal questore Gianfranco Bernabei con il divieto di tornare a Padova per i prossimi 3 anni e con l’ordine di presentarsi al sindaco del paese dove risiedono, in provincia di Treviso.

CONTROLLI SULLE AUTO. La polizia locale ha verificato la regolarità dei veicoli parcheggiati all’interno dell’area ed ha recuperato la targa di un mezzo non riconducibile ai quelli presenti nel campo, per cui sono in corso accertamenti per verificarne la provenienza.Nel corso del controllo, i poliziotti si sono avvalsi nuovamente della moderna tecnologia del sistema “Mercurio”, montata a bordo di alcune vetture per effettuare verifiche delle targhe delle auto in sosta nell’area esterna al campo nomadi per verificarne l’eventuale provenienza furtiva.

Potrebbe interessarti

  • Tumori, scoperto il meccanismo per il controllo della proliferazione cellulare

  • Infarto e ictus, team di ricercatori padovani trova la "porta" che diminuisce i danni al cuore

  • Potassio: come assumerlo e perché fa bene a cuore, reni e ritenzione idrica!

  • Fine mese all'insegna dei cantieri: strade chiuse fino a due mesi tra il centro e i quartieri

I più letti della settimana

  • Terribile frontale auto-moto, gamba amputata per i due centauri padovani: sono in pericolo di vita

  • Decide di farla finita lanciandosi dal terzo piano di un hotel del centro: tragico suicidio a Padova

  • Fermata e soccorsa mentre corre nuda in centro a Padova: «Sono sonnambula»

  • Tenta il suicidio nel Bacchiglione: trascinata a riva da un passante, è gravissima

  • Pauroso schianto tra due auto, feriti i conducenti. Interviene l'elisoccorso, strada chiusa

  • Pedone falciato da un'auto all'altezza del cantiere: due i feriti

Torna su
PadovaOggi è in caricamento