Chiuso l'allacciamento tra le autostrade A13 e A4: le alternative per evitare disagi

Tra mercoledì 3 e giovedì 4 ottobre sono previste otto ore di chiusura notturna dell'allacciamento fra le due autostrade in direzione Milano per lavori di manutenzione

Chiusura programmata per l'allacciamento tra le autostrade A4 e A13 nel territorio padovano, tra il 3 e il 4 ottobre in direzione Milano.

I lavori

Alcuni lavori di manutenzione rendono necessarie otto ore di chiusura durante la notte: il cantiere interesserà il tratto padovano della A13 dell'allacciamento con la A4, in direzione Brescia/Milano, dalle 22 di mercoledì 3 alle 6 di giovedì 4 ottobre.

Le alternative

In alternativa si consiglia di uscire a Padova Zona Industriale, percorrere la viabilità ordinaria (corso Stati Uniti e corso Argentina) e rientrare sulla A4 alla stazione autostradale di Padova Est, per proseguire in direzione di Brescia/Milano. 
Costanti aggiornamenti sulla situazione della viabilità e sui percorsi alternativi sono diramati tramite i collegamenti "My Way" in onda su La7 e La7D, sulla App My Way scaricabile gratuitamente dagli store di Android e Apple. Sul sito autostrade.it, su RTL 102.5, su Isoradio 103.3 FM, attraverso i pannelli a messaggio variabile e sul network TV Infomoving in area di servizio. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il call center Autostrade al numero 840.04.21.21, attivo 24 ore su 24.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Padova usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Tragico schianto sulla Piacenza-Brescia: muore autotrasportatore padovano

  • Tremendo frontale tra un'utilitaria e un camion, una donna muore nello schianto

  • Linea Verde fa tappa a Padova: il fiume Brenta e la zona del Piovese protagonisti su Rai 1

  • Cantine aperte, degustazioni, fiere, concerti e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Stragi del sabato sera, maxi servizio di repressione in provincia: più di 200 persone controllate

Torna su
PadovaOggi è in caricamento