Cassonetti nel canale, al Santo arrivano gli speleologi. Probabile l'atto vandalico

Sgradevole scoperta lunedì mattina lungo la riviera Businello, dove due contenitori per i rifiuti sono stati trovati in acqua. Resta da capire se sia stato un atto volontario

I vigili del fuoco nelle fasi del recupero dei cassonetti

Uno dei punti più turistici e di valore storico del centro cittadino ha visto lunedì mattina un intervento in forze dei pompieri per quella che sembra delinearsi come l'azione di qualche vandalo ancora ignoto.

Il recupero

I vigili del fuoco sono stati allertati da alcuni passanti, che camminando sul ponte di via Luca Belludi hanno notato due cassonetti nelle acque del canale Santa Chiara, poco lontano dall'orto botanico. I voluminosi contenitori, abitualmente posti proprio sul ponte all'incrocio con via Falconetto, erano finiti al di sotto della balaustra incagliandosi sul fondo e, viste le dimensioni, il recupero ha richiesto l'intervento di personale specializzato. Un operatore del nucleo Speleo Alpino Fluviale è stato calato dal ponte, agganciando manualmente i due bidoni a un gancio con cui sono poi stati issati in strada. Completato l'intervento, l'ipotesi più accreditata è che sia stato un deliberato gesto vandalico.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Tragico schianto sulla Piacenza-Brescia: muore autotrasportatore padovano

  • Linea Verde fa tappa a Padova: il fiume Brenta e la zona del Piovese protagonisti su Rai 1

  • Cantine aperte, degustazioni, fiere, concerti e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Stragi del sabato sera, maxi servizio di repressione in provincia: più di 200 persone controllate

  • Colpo grosso al centro commerciale: rubato materiale tecnologico per 30mila euro

Torna su
PadovaOggi è in caricamento