Montegrotto, lo strano caso del cerchio perfetto apparso nell'erba

A scoprire la misteriosa figura rossastra nel frutteto di famiglia, un pensionato di Mezzavia che pur non credendo agli Ufo fatica a spiegarsi il fenomeno, tanto che ha fatto analizzare un ciuffo di prato

Cerchio nell'erba

È uscito di casa dopo aver sentito dei rumori, si è guardato intorno, nei paraggi niente di strano ma poi gli è saltato all'occhio quel cerchio perfetto scavato nell'erba del frutteto di proprietà del cognato. Mario Bellucco, pensionato 72enne di Mezzavia, frazione di Montegrotto, nel Padovano, è rimasto senza parole quando, qualche giorno fa, si è trovato davanti quella figura tracciata nel prato che abbracciava alcuni alberelli con un diametro di 7 metri precisi.

MISTERO SULL'ORIGINE DEL CERCHIO. Anche i familiari del pensionato non hanno saputo spiegarsi l'origine di quel tondo apparso in pieno giorno. Inizialmente hanno pensato a uno scherzo, nessuno di loro dice di credere agli ufo ma allora di che si tratta? C'è chi parla di un fungo, detto "cerchio delle streghe" che si sviluppa in modo circolare, ma è un'ipotesi che non convince il 72enne, colpito soprattutto dalla "perfezione" del cerchio, tanto che il cognato ha portato ad analizzare in laboratorio un campione di quell'erba rasata e tendente all'ocra, di cui ora si vede ancora qualche traccia, la parola passa quindi alla chimica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cani e proprietari: emergenza Coronavirus, come comportarsi col proprio animale

  • Live - Coronavirus: morto Adriano Trevisan, altri 9 casi accertati a Vo'. Università chiuse

  • Michele, con la famiglia in isolamento per senso di comunità

  • Coronavirus: primi due casi sospetti nel Padovano, l’ospedale di Schiavonia verrà svuotato

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: nuovi casi in provincia, negativo il tampone del presunto "paziente zero". Scuole, università, uffici chiusi

  • Coronavirus, c'è un contagiato a Vigodarzere. É uno degli infettati a Dolo

Torna su
PadovaOggi è in caricamento