Ponte di Boara Pisani: scongiurato il rischio di chiusura, cantiere aperto in primavera

Lunedì mattina si è tenuto un incontro tra Regione, sindaci e Anas per fare il punto della situazione e sulle future modalità di manutenzione e messa in sicurezza

«È stato un incontro estremamente proficuo e che soprattutto è servito a chiarire da parte dell’Anas la situazione attuale e le prospettive di intervento su questo che è uno dei ponti più importanti della rete stradale regionale, posto lungo la Statale 16, un’arteria statale di collegamento tra il sud e il nord del Veneto».

Le ipotesi progettuali

Così l’assessore alle infrastrutture e ai trasporti della Regione, Elisa De Berti, commenta l’incontro che si è svolto lunedì per fare il punto sulle condizioni del ponte sull’Adige e Boara Pisani e su future modalità di manutenzione e messa in sicurezza. All’incontro hanno partecipato anche l’assessore regionale al territorio Cristiano Corazzari, il consigliere regionale Graziano Azzalin, i sindaci dei Comuni di Rovigo, Edoardo Gaffeo, e di Boara Pisani, Luca Pescarin, l’ingegner Gabriella Manginelli, responsabile dell’area compartimentale di Anas. «Intanto è stato stabilito che al momento non esiste alcun rischio di chiusura del ponte – precisa l’assessore De Berti –, una struttura che ha oltre 70 anni e necessita di un intervento di consolidamento, messa in sicurezza e di adeguamento alle nuove esigenze di traffico, prevedendo possibilmente l’allargamento della sede stradale. L’Anas ha anticipato alcune ipotesi progettuali che approfondiremo e condivideremo con i sindaci nei prossimi mesi e soprattutto con la Sovrintendenza, essendo il ponte sottoposto a tutela. Dopo l’estate ci incontreremo nuovamente in previsione dell’apertura del cantiere che non avverrà prima della primavera del 2020».    

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sicurezza e minor disagio

«L’intervento di ristrutturazione sarà concordato con il territorio – sottolinea l’assessore al Territorio Cristiano Corazzari - in modo che la soluzione dei problemi esistenti sia portata a termine in sicurezza e col minore disagio possibile per le comunità. Il ponte è un nodo cruciale per il Polesine oltre che una struttura stradale di importanza strategica molto più ampia. Di questo c’è la piena consapevolezza come c’è quella che le condizioni e le esigenze del traffico attuale impongono di intervenire in maniera adeguata non solo sul ponte ma anche sulla viabilità di collegamento».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Live - In serata morto un 47enne. Ripartenza, tornano i pranzi sui colli

  • Gravissimo incidente nella serata: un decesso e due persone ferite nello schianto

  • Coronavirus, Zaia: «Dal primo giugno non ci sarà più l'obbligo della mascherina all'aperto»

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Impatto violento tra la sua bici e un'auto: bambino di 9 anni elitrasportato d'urgenza in ospedale

Torna su
PadovaOggi è in caricamento