Confermati 12 anni di carcere per l'infermiere che narcotizzava e abusava le pazienti

Tra dicembre 2016 e il gennaio del 2017 l'infermiere romeno ha narcotizzato e violentato sette pazienti, tra cui una minorenne. Erano tutte ricoverate nel reparto di Neurochirurgia dell'ospedale di Padova

La Corte d'Appello di Venezia ha confermato la sentenza di condanna a 12 anni di carcere per violenza sessuale aggravata a Emil Cristian Corneanu, già inferta con il rito abbreviato dal tribunale di Padova.  

Abusi

Tra dicembre 2016 e il gennaio del 2017 l'infermiere romeno ha narcotizzato e violentato sette pazienti, tra cui una minorenne. Erano tutte ricoverate nel reparto di Neurochirurgia dell'ospedale di Padova. Le vittime si sono costituite parti civile e sono difese dagli avvocati Barbara Bisinella, Marta Bezze e Daniela Boscolo Rizzo. Le vittime venivano narcotizzate attraverso la somministrazione di farmaci e poi abusate. Anche l'azienda ospedaliera si è costituita parte civile al processo. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Pauroso frontale a Rubano: donna di 84 anni muore nello schianto

  • Cronaca

    Incidente scuolabus, proseguono le indagini dei carabinieri dopo l'arresto dell'autista

  • Cronaca

    Truffano una disabile firmando un contratto al posto suo: tripla denuncia

  • Cronaca

    Spacciavano senza remore vicino alla scuola materna: arrestati due baby pusher

I più letti della settimana

  • Blitz in azienda, quasi metà degli operai sono irregolari. Pesanti sanzioni in arrivo

  • Dramma della solitudine: giovane stroncata in casa, era morta da giorni

  • Il finocchio: le sue proprietà, le controindicazioni e gli usi in cucina

  • Scuolabus si ribalta: undici bambini feriti. Catturato l'autista in fuga, aveva bevuto

  • Cadaveri nella legnaia: nasconde i corpi di madre e zio per incassare le pensioni

  • Montagnana in festa, notte dei musei, concerti e sagre: gli eventi del weekend a Padova

Torna su
PadovaOggi è in caricamento